Gennaio 2024

Linee guida e regolamento per la formazione obbligatoria

|

A partire dal 1° gennaio 2024 sono vigenti le nuove Linee Guida (approvate dal CNAPPC nella seduta di Consiglio del 20 dicembre 2023). Le Linee Guida sono adottate dal CNAPPC ai sensi dell’art. 2 del “Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo” in attuazione dell’art. 7 del 7 agosto 2012 n. 137. L’art. 7 del DPR 7 agosto 2012 n. 137 prescrive che “Al fine di garantire la qualità ed efficienza della prestazione professionale, nel migliore interesse del committente e della collettività e per conseguire l’obiettivo dello sviluppo professionale, ogni professionista ha l’obbligo di curare il continuo e costante aggiornamento della propria competenza professionale. La violazione di tale obbligo costituisce illecito disciplinare . Le presenti Linee guida accolgono la Direttiva 2013/55/UE del Parlamento e del Consiglio Europeo nella quale si evidenzia come lo sviluppo professionale continuo contribuisca alla sicurezza e all’efficacia delle prestazioni dei professionisti, agli sviluppi tecnici, scientifici, normativi ed etici e a incoraggiare i professionisti a partecipare all’apprendimento permanente relativo alla loro professione e procedere, tra le Istituzioni Europee, allo scambio delle migliori prassi nel settore. 
Ai sensi dell’art. 6, comma 3 del Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo, l’iscritto ha l’obbligo di acquisire nel triennio formativo 60 CFP di cui 12 CFP derivanti da attività di aggiornamento e sviluppo professionale continuo sui temi della deontologia, delle discipline ordinistiche, dell’etica e della legalità nella professione, salvo quanto precisato al punto 7 per gli esoneri.
La piattaforma predisposta dal CNAPPC - portaleservizi.cnappc.it - è l’unico strumento di “interscambio” per la gestione dei dati inerenti alla formazione. È ammesso riportare eventuali crediti formativi “ordinari” maturati in eccesso da un triennio al triennio successivo con un limite massimo di 40 CFP. Gli eventuali crediti eccedenti in deontologia, discipline ordinistiche, etica e legalità della professione, verranno riportati al triennio successivo come CFP su temi della Deontologia, ma con un massimo di 8 CFP.

Linee Guida 2024

Allegato 1 - Definizioni

Allegato 2 - Tabella riassuntiva

Allegato 3 - Requisiti accreditamento terzi

Allegato 4 - Formazione a distanza

In Primo Piano

notizie, eventi, comunicati

Il futuro delle città - Ripartire dai quartieri

22 aprile - Centro Congressi Verona Fiere

La luce naturale - le implicazioni positive delle fonti di luce naturale

Secondo Workshop di deontologia Atmosfere - Bari 12 aprile

Architettura di Parole

Concorso nazionale di scrittura OAPPC Arezzo