Facebook news

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
16 Giugno, 2022

𝐎𝐆𝐆𝐈 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟓:𝟑𝟎 - 𝐀𝐔𝐋𝐀 𝐌𝐀𝐆𝐍𝐀 𝐃𝐈𝐂𝐀𝐑
nell'ambito del Ciclo di Conferenze: "Dialoghi di Architettura",
OAPPC Bari e Politecnico di Bari presentano 𝐋𝐚𝐮𝐫𝐚 𝐓𝐡𝐞𝐫𝐦𝐞𝐬 con una lezione dal titolo: "Storie di case".

Laura Thermes è nata a Roma nel 1943, dopo avere insegnato nella capitale, collaborando con Maurizio Sacripanti, ha iniziato nel 1966 il lungo sodalizio professionale con il marito Franco Purini, con cui ha partecipato sia alla Biennale di Venezia sia alla Triennale di Milano. Nel 1980 è infatti uno degli architetti chiamati da Paolo Portoghesi alla Biennale, per partecipare all'installazione Strada Novissima, che diverrà manifesto dell'architettura postmoderna.[2]

La sua attività professionale, si inquadra prevalentemente all'interno dello studio Purini/Thermes, che ha prodotto alcuni tra i progetti più interessanti dagli anni settanta in poi, lavorando sui temi del progetto urbano, della relazione tra architettura e paesaggio; tra i principali interventi si ricordano quelli in Sicilia a Gibellina (Trapani): la Casa del farmacista (1980), il sistema delle piazze (1982), Casa Pirrello (1990), e la cappella Sant'Antonio da Padova a Poggioreale (Trapani).

Oltre che nella progettazione architettonica urbana e in quella della ricerca compositiva Laura Thermes è attiva nel campo della teoria e si è occupata, a partire dal suo trasferimento universitario a Reggio Calabria, delle problematiche delle città meridionali.

Dal 1989 è professore ordinario di Composizione Architettonica presso la Facoltà di Architettura di Reggio Calabria, dal 1999 al 2005 è stata Direttore del Dipartimento di Arte, Scienza e Tecnica del Costruire e dal 1999 è coordinatore del Dottorato di Progettazione Architettonica e Urbana da lei stessa istituito. Dal 2002 è responsabile scientifico dei Laboratori Internazionali di Architettura (LidA), che si svolgono ogni anno in un centro urbano del Meridione in stretto rapporto con le amministrazioni locali fornendo contributi progettuali su specifiche problematiche.[2]

Ha tenuto numerosi corsi come visiting professor presso Facoltà di Architettura nordamericane e in Mozambico e nel 2002 è stata invitata a partecipare al Convegno Internazionale Itinerante per la Fondazione dell'Università Cattolica di Lima. Dal 2009 è Accademico di San Luca.

L'archivio comprendente la documentazione relativa ai progetti realizzati da Laura Thermes in collaborazione con Franco Purini è stato dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio il 26 marzo 2003 ed è conservato presso il produttore.

𝐏𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞𝐜𝐢𝐩𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐚𝐝 𝐨𝐠𝐧𝐢 𝐬𝐢𝐧𝐠𝐨𝐥𝐨 𝐞𝐯𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐬𝐚𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐨𝐬𝐜𝐢𝐮𝐭𝐢 𝐧. 𝟑 𝐂𝐅𝐏 𝐚𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥'𝐀𝐥𝐛𝐨

#oappcbari #architettibari #dicar #poliba #francopurini #laurathermes #architettura #architetturaitaliana
... See MoreSee Less

𝐎𝐆𝐆𝐈 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟓:𝟑𝟎 - 𝐀𝐔𝐋𝐀 𝐌𝐀𝐆𝐍𝐀 𝐃𝐈𝐂𝐀𝐑
nellambito del Ciclo di Conferenze: Dialoghi di Architettura,
OAPPC Bari e Politecnico di Bari presentano 𝐋𝐚𝐮𝐫𝐚 𝐓𝐡𝐞𝐫𝐦𝐞𝐬 con una lezione dal titolo: Storie di case.

Laura Thermes è nata a Roma nel 1943, dopo avere insegnato nella capitale, collaborando con Maurizio Sacripanti, ha iniziato nel 1966 il lungo sodalizio professionale con il marito Franco Purini, con cui ha partecipato sia alla Biennale di Venezia sia alla Triennale di Milano. Nel 1980 è infatti uno degli architetti chiamati da Paolo Portoghesi alla Biennale, per partecipare allinstallazione Strada Novissima, che diverrà manifesto dellarchitettura postmoderna.[2]

La sua attività professionale, si inquadra prevalentemente allinterno dello studio Purini/Thermes, che ha prodotto alcuni tra i progetti più interessanti dagli anni settanta in poi, lavorando sui temi del progetto urbano, della relazione tra architettura e paesaggio; tra i principali interventi si ricordano quelli in Sicilia a Gibellina (Trapani): la Casa del farmacista (1980), il sistema delle piazze (1982), Casa Pirrello (1990), e la cappella SantAntonio da Padova a Poggioreale (Trapani).

Oltre che nella progettazione architettonica urbana e in quella della ricerca compositiva Laura Thermes è attiva nel campo della teoria e si è occupata, a partire dal suo trasferimento universitario a Reggio Calabria, delle problematiche delle città meridionali.

Dal 1989 è professore ordinario di Composizione Architettonica presso la Facoltà di Architettura di Reggio Calabria, dal 1999 al 2005 è stata Direttore del Dipartimento di Arte, Scienza e Tecnica del Costruire e dal 1999 è coordinatore del Dottorato di Progettazione Architettonica e Urbana da lei stessa istituito. Dal 2002 è responsabile scientifico dei Laboratori Internazionali di Architettura (LidA), che si svolgono ogni anno in un centro urbano del Meridione in stretto rapporto con le amministrazioni locali fornendo contributi progettuali su specifiche problematiche.[2]

Ha tenuto numerosi corsi come visiting professor presso Facoltà di Architettura nordamericane e in Mozambico e nel 2002 è stata invitata a partecipare al Convegno Internazionale Itinerante per la Fondazione dellUniversità Cattolica di Lima. Dal 2009 è Accademico di San Luca.

Larchivio comprendente la documentazione relativa ai progetti realizzati da Laura Thermes in collaborazione con Franco Purini è stato dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio il 26 marzo 2003 ed è conservato presso il produttore.

𝐏𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞𝐜𝐢𝐩𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐚𝐝 𝐨𝐠𝐧𝐢 𝐬𝐢𝐧𝐠𝐨𝐥𝐨 𝐞𝐯𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐬𝐚𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐨𝐬𝐜𝐢𝐮𝐭𝐢 𝐧. 𝟑 𝐂𝐅𝐏 𝐚𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥𝐀𝐥𝐛𝐨

#oappcbari #architettibari #dicar #poliba #francopurini #laurathermes #architettura #architetturaitaliana
15 Giugno, 2022

𝐎𝐆𝐆𝐈 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟓:𝟑𝟎 - 𝐀𝐔𝐋𝐀 𝐌𝐀𝐆𝐍𝐀 𝐃𝐈𝐂𝐀𝐑
nell'ambito del Ciclo di Conferenze: "Dialoghi di Architettura",
OAPPC Bari e Politecnico di Bari presentano 𝐅𝐫𝐚𝐧𝐜𝐨 𝐏𝐮𝐫𝐢𝐧𝐢 con una lezione dal titolo "Un percorso per l'Architettura"

Franco Purini ha studiato architettura a Roma con Ludovico Quaroni laureandosi nel 1971 e frequentando assiduamente gli ambienti degli artisti Franco Libertucci, Achille Perilli e Lorenzo Taiuti. Dopo un primo periodo di lavoro con Maurizio Sacripanti e Vittorio Gregotti, dal 1969, principalmente presso le università di Firenze e di Cosenza, Purini ha partecipato al laboratorio di progettazione "Belice '80" e, dopo un breve periodo di insegnamento a Reggio Calabria e a Roma, è diventato docente presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Dal 2003 insegna presso la Facoltà di Architettura della Sapienza di Roma. Per i meriti conseguiti nell'ambito della sua attività professionale e teorica, è stato eletto Accademico Corrispondente dall'Accademia delle arti del disegno di Firenze.

Data al 1966 l'inizio di una lunga collaborazione a Roma con la moglie Laura Thermes, con cui parteciperà sia alla Biennale di Venezia che alla Triennale di Milano. Nel 1980 è infatti uno degli architetti chiamati da Paolo Portoghesi alla Biennale di Venezia per partecipare all'installazione "Strada Novissima", che diverrà manifesto dell'Architettura postmoderna.

L'archivio dell'architetto Franco Purini, comprendente la documentazione relativa ai progetti realizzati in gran parte in collaborazione con Laura Thermes, dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio il 26 marzo 2003.
#oappcbari #architettibari #poliba #dicar #francopurini #architetturaitaliana
... See MoreSee Less

𝐎𝐆𝐆𝐈 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟓:𝟑𝟎 - 𝐀𝐔𝐋𝐀 𝐌𝐀𝐆𝐍𝐀 𝐃𝐈𝐂𝐀𝐑
nellambito del Ciclo di Conferenze: Dialoghi di Architettura,
OAPPC Bari e Politecnico di Bari presentano 𝐅𝐫𝐚𝐧𝐜𝐨 𝐏𝐮𝐫𝐢𝐧𝐢 con una lezione dal titolo Un percorso per lArchitettura

Franco Purini ha studiato architettura a Roma con Ludovico Quaroni laureandosi nel 1971 e frequentando assiduamente gli ambienti degli artisti Franco Libertucci, Achille Perilli e Lorenzo Taiuti. Dopo un primo periodo di lavoro con Maurizio Sacripanti e Vittorio Gregotti, dal 1969, principalmente presso le università di Firenze e di Cosenza, Purini ha partecipato al laboratorio di progettazione Belice 80 e, dopo un breve periodo di insegnamento a Reggio Calabria e a Roma, è diventato docente presso lIstituto Universitario di Architettura di Venezia. Dal 2003 insegna presso la Facoltà di Architettura della Sapienza di Roma. Per i meriti conseguiti nellambito della sua attività professionale e teorica, è stato eletto Accademico Corrispondente dallAccademia delle arti del disegno di Firenze.

Data al 1966 linizio di una lunga collaborazione a Roma con la moglie Laura Thermes, con cui parteciperà sia alla Biennale di Venezia che alla Triennale di Milano. Nel 1980 è infatti uno degli architetti chiamati da Paolo Portoghesi alla Biennale di Venezia per partecipare allinstallazione Strada Novissima, che diverrà manifesto dellArchitettura postmoderna.

Larchivio dellarchitetto Franco Purini, comprendente la documentazione relativa ai progetti realizzati in gran parte in collaborazione con Laura Thermes, dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio il 26 marzo 2003.
#oappcbari #architettibari #poliba #dicar #francopurini #architetturaitaliana
13 Giugno, 2022

📆Sabato 18 giugno, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, si terrà presso il Chiostro delle Clarisse a Noci un evento formativo con crediti riconosciuti ai professionisti sul tema “Il paesaggio della Murgia dei Trulli. Trasformazione e sostenibilità ambientale tra passato e futuro”. Sull’argomento relazioneranno l’Arch. Francesco Giacovelli, il Prof. Arch. Giuseppe Fallacara, l’Arch. Esther Tattoli, Consigliera Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, e l’Avv. Angela Tinelli.

Dopo la conclusione dei lavori, avverrà la sottoscrizione Protocollo d’intesa pluriennale tra l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari e U Jùse APS, che organizza il festival.

Quindi saranno le presentate le ultime due opere protagoniste di questa edizione – “Le tre miglia” di Cosimo Calabrese e “Tulli” di Ida Chiatante – con successiva donazione al Comune di Noci e visita.

📆Domenica 19 giugno, invece, esperienza sul campo con visite guidate gratuite in quel gioiello di architettura e storia nell’agro di Noci che è Masseria Murgia Albanese.

A partire dalle 16:00, l’Arch. Francesco Giacovelli guiderà i gruppi alla scoperta di questo esempio di architettura rurale tra i più significativi del sud-est barese.

Prenotazione obbligatoria da effettuarsi perentoriamente entro il 17 giugno inviando una E-mail a info@esseriurbani.it o un messaggio Whatsapp al 392.3593707 (Isabella) o al 340.6682402 (Alessandra).

Dalle 17:00 alle 20:30, ad intrattenere i visitatori nello spazio esterno della Masseria, sarà la “Festa campestre” a cura dell’associazione AgriCultura, con laboratori, degustazioni e animazione con musica popolare.

#oappcbari #architettibari #murgiadeitrulli
... See MoreSee Less

📆Sabato 18 giugno, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, si terrà presso il Chiostro delle Clarisse a Noci un evento formativo con crediti riconosciuti ai professionisti sul tema “Il paesaggio della Murgia dei Trulli. Trasformazione e sostenibilità ambientale tra passato e futuro”. Sull’argomento relazioneranno l’Arch. Francesco Giacovelli, il Prof. Arch. Giuseppe Fallacara, l’Arch. Esther Tattoli, Consigliera Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, e l’Avv. Angela Tinelli.

Dopo la conclusione dei lavori, avverrà la sottoscrizione Protocollo d’intesa pluriennale tra l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari e U Jùse APS, che organizza il festival.

Quindi saranno le presentate le ultime due opere protagoniste di questa edizione – “Le tre miglia” di Cosimo Calabrese e “Tulli” di Ida Chiatante – con successiva donazione al Comune di Noci e visita.

📆Domenica 19 giugno, invece, esperienza sul campo con visite guidate gratuite in quel gioiello di architettura e storia nell’agro di Noci che è Masseria Murgia Albanese.

A partire dalle 16:00, l’Arch. Francesco Giacovelli guiderà i gruppi alla scoperta di questo esempio di architettura rurale tra i più significativi del sud-est barese.

Prenotazione obbligatoria da effettuarsi perentoriamente entro il 17 giugno inviando una E-mail a info@esseriurbani.it o un messaggio Whatsapp al 392.3593707 (Isabella) o al 340.6682402 (Alessandra).

Dalle 17:00 alle 20:30, ad intrattenere i visitatori nello spazio esterno della Masseria, sarà la “Festa campestre” a cura dell’associazione AgriCultura, con laboratori, degustazioni e animazione con musica popolare.

#oappcbari #architettibari #murgiadeitrulli
13 Giugno, 2022

Nell'ambito della Lectio Magistralis del Prof. Arch. Dario Alvarez all'interno del ciclo di seminari: "La Forma e il Tempo", tenutasi venerdì 10 giugno, il Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Bari Arch. Mimmo Mastronardi, nel portare i saluti istituzionali dell'Ordine, ha ricordato come la Spagna, mercoledì 8 giugno 2022, ha approvato la legge sulla qualità dell’architettura. La legge spagnola rappresenta un modello, soprattutto dal punto di vista del metodo mirato a favorire la massima partecipazione e condivisione, attraverso consultazioni pubbliche e con il recepimento delle necessità di cambiamento espresse dalle varie componenti delle città.

Nel dibattito spagnolo uno dei temi discussi nel processo partecipativo è stato “La Tutela del patrimonio costruito di ogni epoca”: “Il patrimonio culturale è la manifestazione della diversità culturale ereditata dalle generazioni precedenti. Il modo in cui viviamo insieme ed evolviamo come società è fondamentalmente culturale e plasmare l'ambiente in cui viviamo è prima di tutto un atto culturale. Il nostro stesso patrimonio costituisce una fonte comune di memoria, che offre una dimensione emotiva, un radicamento e un'identità collettiva, che incide direttamente sullo sviluppo delle persone e sulla loro storia”.
In Italia c’è un grande dibattito sulla necessità di una Legge sull’Architettura; nel congresso nazionale degli Architetti del 2018 fu presentata una bozza della legge, alla quale sono seguite Linee Guida e a giugno 2021 il ministro Franceschini ha dichiarato che “L’Italia è la patria dell’Architettura, ma nonostante un dibattito che si protrae da decenni, non ha ancora una Legge sulla qualità architettonica”.

Nella sua lectio il prof. Dario Alvarez ha parlato di come in Spagna è stato affrontato il tema della sensibilizzazione sui nuovi aspetti relativi alla fragilità territoriale e alle metodologie ricostruttive, affrontando il problema delle opzioni possibili fra il ricostruire com’era e dov’era, oppure secondo condizioni di crescita e criticità che ammettano la presenza del linguaggio moderno.
... See MoreSee Less

Nellambito della Lectio Magistralis del Prof. Arch. Dario Alvarez allinterno del ciclo di seminari: La Forma e il Tempo, tenutasi venerdì 10 giugno, il Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Bari Arch. Mimmo Mastronardi, nel portare i saluti istituzionali dellOrdine, ha ricordato come la Spagna, mercoledì 8 giugno 2022, ha approvato la legge sulla qualità dell’architettura. La legge spagnola rappresenta un modello, soprattutto dal punto di vista del metodo mirato a favorire la massima partecipazione e condivisione, attraverso consultazioni pubbliche e con il recepimento delle necessità di cambiamento espresse dalle varie componenti delle città.

Nel dibattito spagnolo uno dei temi discussi nel processo partecipativo è stato “La Tutela del patrimonio costruito di ogni epoca”: “Il patrimonio culturale è la manifestazione della diversità culturale ereditata dalle generazioni precedenti. Il modo in cui viviamo insieme ed evolviamo come società è fondamentalmente culturale e plasmare lambiente in cui viviamo è prima di tutto un atto culturale. Il nostro stesso patrimonio costituisce una fonte comune di memoria, che offre una dimensione emotiva, un radicamento e unidentità collettiva, che incide direttamente sullo sviluppo delle persone e sulla loro storia”.
In Italia c’è un grande dibattito sulla necessità di una Legge sull’Architettura; nel congresso nazionale degli Architetti del 2018 fu presentata una bozza della legge, alla quale sono seguite Linee Guida e a giugno 2021 il ministro Franceschini ha dichiarato che “L’Italia è la patria dell’Architettura, ma nonostante un dibattito che si protrae da decenni, non ha ancora una Legge sulla qualità architettonica”.

Nella sua lectio il prof. Dario Alvarez ha parlato di come in Spagna è stato affrontato il tema della sensibilizzazione sui nuovi aspetti relativi alla fragilità territoriale e alle metodologie ricostruttive, affrontando il problema delle opzioni possibili fra il ricostruire com’era e dov’era, oppure secondo condizioni di crescita e criticità che ammettano la presenza del linguaggio moderno.Image attachmentImage attachment

Comment on Facebook

Invece il nostro governicchio dei migliori( figuriamoci i peggiori), destina risorse pari a 4 - 500.000.000 €, utilizzabili ad esempio per una Legge come quella Spagnola, per indire Referendum imbecilli voluti da imbecilli e per (credevano) imbecilli!!!

10 Giugno, 2022

"Dialoghi di Architettura"

𝐋'𝐎𝐫𝐝𝐢𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐀𝐫𝐜𝐡𝐢𝐭𝐞𝐭𝐭𝐢, 𝐏𝐢𝐚𝐧𝐢𝐟𝐢𝐜𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢, 𝐏𝐚𝐞𝐬𝐚𝐠𝐠𝐢𝐬𝐭𝐢 𝐞 𝐂𝐨𝐧𝐬𝐞𝐫𝐯𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐯𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐁𝐚𝐫𝐢 e il 𝐃𝐈𝐂𝐀𝐑 𝐝𝐞𝐥 𝐏𝐨𝐥𝐢𝐭𝐞𝐜𝐧𝐢𝐜𝐨 𝐝𝐢 𝐁𝐚𝐫𝐢 presentano - 𝐦𝐞𝐫𝐜𝐨𝐥𝐞𝐝𝐢̀ 𝟏𝟓 𝐠𝐢𝐮𝐠𝐧𝐨 - 𝐅𝐫𝐚𝐧𝐜𝐨 𝐏𝐮𝐫𝐢𝐧𝐢 con una lezione dal titolo: "Un percorso per l'Architettura" - 𝐠𝐢𝐨𝐯𝐞𝐝𝐢̀ 𝟏𝟔 𝐠𝐢𝐮𝐠𝐧𝐨 - 𝐋𝐚𝐮𝐫𝐚 𝐓𝐡𝐞𝐫𝐦𝐞𝐬 con una lezione dal titolo: "Storia di case".

Entrambi gli eventi si terranno alle ore 15:30 presso l'Aula Magna del Dicar del Politecnico di Bari.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

𝐏𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞𝐜𝐢𝐩𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐚𝐝 𝐨𝐠𝐧𝐢 𝐬𝐢𝐧𝐠𝐨𝐥𝐨 𝐞𝐯𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐬𝐚𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐨𝐬𝐜𝐢𝐮𝐭𝐢 𝐧. 𝟑 𝐂𝐅𝐏 𝐚𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥'𝐀𝐥𝐛𝐨

#oappcbari #architettibari #dicar #poliba #francopurini #laurathermes #architettura #architetturaitaliana
... See MoreSee Less

10 Giugno, 2022

L'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, in collaborazione con Associazione PREVENZIONEINCENDITALIA , organizza n. 2 corsi gratuiti di aggiornamento in materia di prevenzione incendi in modalità webinar come di seguito specificato:

📆 "Impianti fotovoltaici e attività soggette, caso di studio per edificio a destinazione industriale. Sistemi di ricarica elettrica per autoveicoli", che si terrà il 23 giugno p.v. dalle ore 9:30 alle ore 13:30;

📆"Il microcosmo degli edifici civili in termini di prevenzione incendi", che si terrà il 29 giugno p.v. dalle ore 14,30 alle 18,30.

I corsi saranno erogati su Piattaforma GoToWebinar.

👉Per iscriversi inviare una comunicazione tramite email all'indirizzo: qualificazioneprofessionale@oappc.bari.it entro il 17 giugno indicando il corso a cui si vuole partecipare, l'Ordine/Collegio di appartenenza e il codice fiscale.

Successivamente riceverà il link per accedere all'aula virtuale il giorno dell'evento.

Il numero dei partecipanti è limitato a n. 100 posti.

Saranno riconosciuti n. 4 cfp per la partecipazione a ogni singolo corso.
... See MoreSee Less

LOrdine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, in collaborazione con Associazione PREVENZIONEINCENDITALIA , organizza n. 2 corsi gratuiti di aggiornamento in materia di prevenzione incendi in modalità webinar come di seguito specificato:

📆 Impianti fotovoltaici e attività soggette, caso di studio per edificio a destinazione industriale. Sistemi di ricarica elettrica per autoveicoli, che si terrà il 23 giugno p.v. dalle ore 9:30 alle ore 13:30;

📆Il microcosmo degli edifici civili in termini di prevenzione incendi, che si terrà il 29 giugno p.v. dalle ore 14,30 alle 18,30.

I corsi saranno erogati su Piattaforma GoToWebinar.

👉Per iscriversi inviare una comunicazione tramite email allindirizzo: qualificazioneprofessionale@oappc.bari.it entro il 17 giugno indicando il corso a cui si vuole partecipare, lOrdine/Collegio di appartenenza e il codice fiscale.

Successivamente riceverà il link per accedere allaula virtuale il giorno dellevento.

Il numero dei partecipanti è limitato a n. 100 posti.

Saranno riconosciuti n. 4 cfp per la partecipazione a ogni singolo corso.Image attachment
09 Giugno, 2022

Si segnala la Lectio Magistralis del Prof. Arch. Dario Alvarez all'interno del ciclo di seminari "La Forma e il Tempo", che si terrà venerdì 10 giugno p.v. alle ore 15:00 in webinar tramite piattaforma Microsoft Teams e in presenza presso l'Aula Magna del DICAR del Politecnico di Bari.

Per il collegamento in webinar cliccare sul seguente link il giorno dell'evento: bitly.ws/rYv5 (codice 38qan02)

Ai partecipanti saranno riconosciuti n. 2 CFP

#oappcbari #architettibari
... See MoreSee Less

Si segnala la Lectio Magistralis del Prof. Arch. Dario Alvarez allinterno del ciclo di seminari La Forma e il Tempo, che si terrà venerdì 10 giugno p.v. alle ore 15:00 in webinar tramite piattaforma Microsoft Teams e in presenza presso lAula Magna del DICAR del Politecnico di Bari. 

Per il collegamento in webinar cliccare sul seguente link il giorno dellevento: http://bitly.ws/rYv5 (codice 38qan02)

Ai partecipanti saranno riconosciuti n. 2 CFP

#oappcbari #architettibari
08 Giugno, 2022

“𝐑𝐈𝐒𝐂𝐇𝐈𝐎 𝐃𝐈𝐒𝐒𝐄𝐒𝐓𝐎 𝐄𝐃 𝐄𝐑𝐎𝐒𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐃𝐄𝐋𝐋𝐄 𝐂𝐎𝐒𝐓𝐄, 𝐓𝐑𝐀 𝐌𝐎𝐍𝐈𝐓𝐎𝐑𝐀𝐆𝐆𝐈𝐎 𝐄 𝐏𝐈𝐀𝐍𝐈𝐅𝐈𝐂𝐀𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄”

La programmazione degli interventi per contrastare l'erosione costiera, il loro impatto sugli habitat e sui nostri straordinari paesaggi costieri saranno al centro del convegno organizzato dall'Agenzia regionale 𝐀𝐒𝐒𝐄𝐓 nell'ambito dell'INTERREG Italia-Croazia "STREAM", e patrocinato dall'𝐎𝐫𝐝𝐢𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐀𝐫𝐜𝐡𝐢𝐭𝐞𝐭𝐭𝐢 𝐏.𝐏.𝐂. 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐯𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐁𝐚𝐫𝐢.

𝐏𝐞𝐫 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐢 𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥'𝐀𝐥𝐛𝐨 𝐬𝐚𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐨𝐬𝐜𝐢𝐮𝐭𝐢 𝟏 𝐂𝐅𝐏/𝐨𝐫𝐚

#oappcbari #architettibari #assetIl giorno 9 giugno dalle ore 8:30 alle ore 13:30 presso la Fiera del Levante nel Padiglione della Regione Puglia n.152 si terrà la giornata formativa “💥 𝗥𝗜𝗦𝗖𝗛𝗜𝗢 💥𝗗𝗜𝗦𝗦𝗘𝗦𝗧𝗢 𝗘𝗗 𝗘𝗥𝗢𝗦𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗗𝗘𝗟𝗟𝗘 𝗖𝗢𝗦𝗧𝗘, 𝗧𝗥𝗔 𝗠𝗢𝗡𝗜𝗧𝗢𝗥𝗔𝗚𝗚𝗜𝗢 𝗘 𝗣𝗜𝗔𝗡𝗜𝗙𝗜𝗖𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘”. La giornata formativa si colloca all’interno del progetto strategico STREAM Interreg Italia-Croazia 2014-2020.
L’evento sarà l’occasione per il confronto e lo scambio di conoscenze e buone pratiche tra Istituzioni, Università, partner di progetto ed Enti di settore. L’evento è in fase di accreditamento presso gli Ordini Professionali (Architetti, Ingegneri, Geologi).
Vi invitiamo a partecipare in presenza o, qualora impossibilitati, a seguire l’evento in diretta streaming sulla pagina @ASSETpuglia!
... See MoreSee Less

“𝐑𝐈𝐒𝐂𝐇𝐈𝐎 𝐃𝐈𝐒𝐒𝐄𝐒𝐓𝐎 𝐄𝐃 𝐄𝐑𝐎𝐒𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐃𝐄𝐋𝐋𝐄 𝐂𝐎𝐒𝐓𝐄, 𝐓𝐑𝐀 𝐌𝐎𝐍𝐈𝐓𝐎𝐑𝐀𝐆𝐆𝐈𝐎 𝐄 𝐏𝐈𝐀𝐍𝐈𝐅𝐈𝐂𝐀𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄”

La programmazione degli interventi per contrastare lerosione costiera, il loro impatto sugli habitat e sui nostri straordinari paesaggi costieri saranno al centro del convegno organizzato dallAgenzia regionale 𝐀𝐒𝐒𝐄𝐓 nellambito dellINTERREG Italia-Croazia STREAM, e patrocinato dall𝐎𝐫𝐝𝐢𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐀𝐫𝐜𝐡𝐢𝐭𝐞𝐭𝐭𝐢 𝐏.𝐏.𝐂. 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐯𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐁𝐚𝐫𝐢.

𝐏𝐞𝐫 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐢 𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥𝐀𝐥𝐛𝐨 𝐬𝐚𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐨𝐬𝐜𝐢𝐮𝐭𝐢 𝟏 𝐂𝐅𝐏/𝐨𝐫𝐚

#oappcbari #architettibari #asset
07 Giugno, 2022

Buona partecipazione al primo evento co-organizzato dall'𝐎𝐫𝐝𝐢𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐀𝐫𝐜𝐡𝐢𝐭𝐞𝐭𝐭𝐢 𝐏.𝐏.𝐂. 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐯𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐁𝐚𝐫𝐢 𝐞 𝐃𝐨.𝐂𝐨.𝐌𝐨.𝐌𝐨 𝐏𝐮𝐠𝐥𝐢𝐚 𝐞 𝐁𝐚𝐬𝐢𝐥𝐢𝐜𝐚𝐭𝐚 dal titolo: "ITINERARI DI ARCHITETTURA DEL ‘900" presso la Casa del Mutilato di Bari. Gli interventi di 𝐌𝐚𝐮𝐫𝐨 𝐒𝐚̀𝐢𝐭𝐨, 𝐀𝐧𝐭𝐨𝐧𝐞𝐥𝐥𝐨 𝐏𝐚𝐠𝐥𝐢𝐮𝐜𝐚, 𝐀𝐧𝐭𝐨𝐧𝐢𝐨 𝐑𝐢𝐨𝐧𝐝𝐢𝐧𝐨, 𝐆𝐢𝐮𝐬𝐞𝐩𝐩𝐞 𝐑𝐨𝐜𝐢𝐨𝐥𝐚 𝐞 𝐌𝐢𝐦𝐦𝐨 𝐌𝐚𝐬𝐭𝐫𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝𝐢, partendo dal caso di studio di Margherita di Savoia ed in particolare dai Magazzini del sale di Nervi e teleferica che collegava le Saline al porto di Barletta, hanno evidenziato la necessità di continuare in questa opera divulgativa degli esempi più significativi della storia industriale moderna della nostra regione, che attraverso l'uso di tecnologiche 'autarchiche' hanno saputo segnare un ampio paesaggio naturale e urbano. Un paesaggio fortemente antropizzato di cui oggi ci restano alcuni relitti che andrebbero valorizzati e messi a sistema, per una nuova narrazione del nostro sviluppo industriale ed architettonico

#oappcbari #architettibari #docomomoitalia #itineraridiarchitettura
... See MoreSee Less

06 Giugno, 2022

Stamattina, presso la Biblioteca De Gemmis a Bari, si è conclusa la prima fase della quarta edizione del progetto Nazionale "Abitare il Paese - La cultura della domanda. Attivare comunità educanti: nuove generazioni per un progetto di futuro" progetto dell’OAPPC in collaborazione con il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori e con la Fondazione Reggio Children che ha visto come protagonisti due classi dell'Istituto IISS Marconi Hack, con sede in Bari. Sono intervenuti all’incontro il Presidente dell’OAPPC della Provincia di Bari Cosimo Damiano Mastronardi e in collegamento Lilia Cannarella delegata del Consiglio Nazionale APPC e curatrice del progetto Nazionale.
Il progetto è stato coordinato dai seguenti tutor: il tutor dell’Ordine degli Architetti l’arch. Porzia Pietrantonio, vicepresidente dell’OAPPC, il tutor esterno l’arch. Grazia Nanna, delegata dell’Ordine OAPPC e il tutor interno l’arch. Valeria De Mattia, insegnante presso l’Istituto.
Scopo del percorso è stato attivare una comunità educante con gli studenti e gli insegnanti e i tutor che hanno guidato questo percorso di co-progettazione.
La nuova comunità educante formata dagli studenti di due quarte, una con indirizzo grafica dell’Istituto Tecnico Marconi e una dell’indirizzo scientifico opz scienze applicate del Margherita Hack, ha sviluppato il tema dal titolo: “Dalla città all’aula. La nuova comunità educante sostenibile”. Gli studenti hanno espresso le proprie percezioni e speranze per il futuro della città di Bari fornendo un primo contributo importante per sviluppare nuove idee e progetti: il tema dei trasporti, dei percorsi per il raggiungimento della propria scuola, della sicurezza stradale, del verde, dei loro punti di ritrovo, delle potenzialità del fronte mare.
Considerata l'importanza del progetto Nazionale l'Ordine degli Architetti della Provincia di Bari ha valutato inoltre di coinvolgere anche altre scuole della Città Metropolitana di Bari e costituire una vera e propria rete di scuole con la quale poter lavorare tramite un percorso formativo per le competenze trasversali e per l’orientamento per gli studenti (PCTO) rivolto agli studenti che partecipano al progetto. Il Liceo Cartesio di Triggiano, rappresentato da due classi terze, ha inaugurato il percorso questa mattina. Il tutor esterno del progetto è l’arch. Grazia Nanna, delegata dell’Ordine OAPPC e i tutor interni sono l’arch. Vincenzo Russo e la prof. Cosima D’Orazio insegnanti presso l’Istituto Superiore. Le tematiche che si andranno ad affrontare a settembre emergeranno dai protagonisti del progetto ossia i ragazzi e le ragazze.

L’Ordine degli Architetti della Provincia di Bari ringrazia sentitamente la Dirigente scolastica dell'Istituto IISS Marconi Hack, Anna Grazia De Marzo, per aver aderito con entusiasmo al Progetto, la Dirigente dei Licei Cartesio di Triggiano Maria Morisco, per essere intervenuta all’incontro di oggi, tutti i docenti delle scuole, i tutor del progetto e tutti i ragazzi e le ragazze dei due Istituti.

#architettibari #ordinebari #CNAPPC
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Scusate, ma questo progetto non era quello in collaborazione con l'ITT Marconi per realizzare una palina per il rifornimento delle auto elettriche!? Sotto un certo punto di vista questo progetto è simile al mio percorso formativo (ITT-ex ITIS, architettura e design). Quando facevo il mio quarto e quinto anno di Architettura, col professore del corso di Disegno Industriale Luigi Antonucci ed altri (Università di Pescara), facemmo delle prove di progettazione che univano le mie competenze di elettronica e meccanica con il design, in quanto ero l'unico studente del corso che proveniva dall'ITIS. Anche quando frequentai la scuola post laurea in trasportation design a Firenze, il professor Roberto Segoni aveva un approccio abbastanza simile. Il tema del corso erano le attrezzature medicali per le RSA-anziani e disegnai una sedia motorizzata. Vennero alla luce tutti i pregi e i difetti di questo tipo approccio (per esempio col disegno PCB-elettronico, etc). Ricordo che una volta dopo lezione poichè io sono specializzato in elettronica industriale e allora i programmi degli ITIS comprendevano anche fondamenti di meccanica e macchine, calcolammo che aggiungendo altri quattro-cinque libri dell'indirizzo ITIS di meccanica, avrei avuto una preparazione ibrida in elettronica-meccanica-design (ricordo che lessi anche un testo tra l'altro anche di pneumatica, oleodinamica ed automazione flessibile). Qual'è il problema di questo approccio multidisciplinare? Che non solo qua in Puglia, ma in tutta Italia, sia 30 anni fà ai tempi miei che adesso, le realtà produttive non sono ancora preparate ad accogliere questo tipo di competenze trasversali, pensate per lavorare a stretto contatto con i colleghi ingegneri meccanici ed elettronici, dovute ancora a questa concezione dell'architetto-artista-pittore-scultore. Scusate la lunghezza del mio post, ma è solo un abstract della mia esperienza!

06 Giugno, 2022

VI ASPETTIAMO OGGI A PARTIRE DALLE ORE 16:30!

INCONTRI SULLA TUTELA E LA VALORIZZAZIONE DELL'ARCHITETTURA MODERNA

Assemblea ordinaria DOCOMOMO Italia sezione Basilicata e Puglia ETS

6 giugno 2022 | Ore 16.30-19.00

Casa del Mutilato - BARI#architettura
#heritage
#tutela

INCONTRI SULLA TUTELA E LA VALORIZZAZIONE DELL'ARCHITETTURA MODERNA

Assemblea ordinaria DOCOMOMO Italia sezione Basilicata e Puglia ETS

6 giugno 2022 | Ore 16.30-19.00
Casa del Mutilato
Via Gioacchino Murat n. 1, Bari

Organizzato da DOCOMOMO Italia con l'Ordine Architetti PPC Provincia di Bari (3 CFP)

Più informazioni
urly.it/3nzp-

Per approfondire
Docomomo Mostra 9 itinerari x 100 architetture ='900 in Basilicata e Puglia
... See MoreSee Less

VI ASPETTIAMO OGGI A PARTIRE DALLE ORE 16:30!

INCONTRI SULLA TUTELA E LA VALORIZZAZIONE DELLARCHITETTURA MODERNA

Assemblea ordinaria DOCOMOMO Italia sezione Basilicata e Puglia ETS

6 giugno 2022 | Ore 16.30-19.00

Casa del Mutilato - BARI
04 Giugno, 2022

Lunedì 6 giugno Do.Co.Mo.Mo Puglia e Basilicata e Ordine degli Architetti P.P.C. Bari presentano il primo incontro degli "ITINERARI DI ARCHITETTURA DEL ‘900" presso la Casa del Mutilato di Bari, Largo Fraccacreta. L’iniziativa è il frutto del protocollo d’intesa sottoscritto fra DO.CO.MO.MO. Puglia-Basilicata e OAPPC Bari, teso ad avviare un percorso formativo di conoscenza del patrimonio moderno. Dopo l’introduzione di Mauro Sàito, sulle strategie culturali e le attività dell’associazione Docomomo, e di Antonello Pagliuca, sul progetto formativo per la conoscenza e il restauro del moderno, il programma prevede gli interventi di Antonio Riondino, relativo al progetto di restauro dei Magazzini Sofisticazione Sali di Pierluigi Nervi a Margherita di Savoia e di Giuseppe Rociola sulla Teleferica del Sale, l’infrastruttura che collegava le Saline con il Porto di Barletta. Mimmo Mastronardi chiuderà inquadrando il tema della valorizzazione e tutela dell’architettura moderna. Agli iscritti all'Albo saranno riconosciuti 3 CFP. Docomomo Mostra 9 itinerari x 100 architetture ='900 in Basilicata e Puglia

#oappcbari #architettibari #docomomoitalia #docomomopugliabasilicata
... See MoreSee Less

Lunedì 6 giugno Do.Co.Mo.Mo Puglia e Basilicata e Ordine degli Architetti P.P.C. Bari presentano il primo incontro degli ITINERARI DI ARCHITETTURA DEL ‘900 presso la Casa del Mutilato di Bari, Largo Fraccacreta. L’iniziativa è il frutto del protocollo d’intesa sottoscritto fra DO.CO.MO.MO. Puglia-Basilicata e OAPPC Bari, teso ad avviare un percorso formativo di conoscenza del patrimonio moderno. Dopo l’introduzione di Mauro Sàito, sulle strategie culturali e le attività dell’associazione Docomomo, e di Antonello Pagliuca, sul progetto formativo per la conoscenza e il restauro del moderno, il programma prevede gli interventi di Antonio Riondino, relativo al progetto di restauro dei Magazzini Sofisticazione Sali di Pierluigi Nervi a Margherita di Savoia e di Giuseppe Rociola sulla Teleferica del Sale, l’infrastruttura che collegava le Saline con il Porto di Barletta. Mimmo Mastronardi chiuderà inquadrando il tema della valorizzazione e tutela dell’architettura moderna. Agli iscritti allAlbo saranno riconosciuti 3 CFP. Docomomo Mostra 9 itinerari x 100 architetture =900 in Basilicata e Puglia
 
#oappcbari #architettibari #docomomoitalia #docomomopugliabasilicata

Comment on Facebook

Solo corsi a Bari…

Ma perché non si può partecipare telematicamente? Cosa ci ha insegnato la pandemia?

04 Giugno, 2022

Torna il VIANDANTI FESTIVAL, che per la sua terza edizione intende valorizzare anche la dimensione simbolica della viandanza attraverso la ricerca di contaminazioni e suggestioni attraverso ‘La Letteratura di Viaggio’. Camminare in tanti modi diversi, insomma, ascoltando le storie che ogni sentiero racconta a chi ha la pazienza di usare i piedi e la mente.

Intervengono:
🔸️Aldo Patruno, Direttore generale Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia;
🔸️Cosimo Damiano Mastronardi, Presidente dell'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Bari.

Introduce🔸️Giuseppe Carlone, Scuola di specializzazione Dicar - Politecnico di Bari

Presenta il libro 'Progettare la lentezza'
🔸️Paolo Pileri, Professore ordinario del dipartimento di Architettura e Studi Urbani al Politecnico di Milano.

Modera 🔸️Giovanni Sportelli Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia.

Agli iscritti dell’OAPPC verranno riconosciuti n.2 cfp.
... See MoreSee Less

03 Giugno, 2022

L'Ordine informa:
AIDIA (Associazione italiana donne Ingegneri e Architetti) presenta il Premio "IDEE per un mondo che cambia".
L’AIDIA con la finalità di valorizzare il pensiero e il lavoro della donna, indice la Prima Edizione del concorso IDEE per un mondo che cambia per l’assegnazione di 3 Premi a laureate in Ingegneria e Architettura.

Il riconoscimento verrà assegnato ad azioni e progetti innovativi, coraggiosi e creativi, in grado di migliorare la qualità della vita e arricchire positivamente il tessuto sociale o urbano nel quale ricadono.
La partecipazione al Concorso è gratuita ed è consentita, sia in forma singola che in gruppo, purché la capogruppo sia una donna. La Commissione attribuirà alle prime tre migliori iniziative realizzate, un premio di € 2.000,00.

Tutti i dettagli li trovate qui
👉 www.aidia-italia.it/premio-aidia-2021-2022-idee-per-un-mondo-che-cambia/
#architettibari #aidia #bari
... See MoreSee Less

LOrdine informa:
AIDIA (Associazione italiana donne Ingegneri e Architetti) presenta il Premio IDEE per un mondo che cambia.
L’AIDIA con la finalità di valorizzare il pensiero e il lavoro della donna, indice la Prima Edizione del concorso IDEE per un mondo che cambia per l’assegnazione di 3 Premi a laureate in Ingegneria e Architettura.

Il riconoscimento verrà assegnato ad azioni e progetti innovativi, coraggiosi e creativi, in grado di migliorare la qualità della vita e arricchire positivamente il tessuto sociale o urbano nel quale ricadono. 
La partecipazione al Concorso è gratuita ed è consentita, sia in forma singola che in gruppo, purché la capogruppo sia una donna. La Commissione attribuirà alle prime tre migliori iniziative realizzate, un premio di  € 2.000,00.

Tutti i dettagli li trovate qui
👉 https://www.aidia-italia.it/premio-aidia-2021-2022-idee-per-un-mondo-che-cambia/
#architettibari #aidia #bari
02 Giugno, 2022

Porterà i saluti istituzionali dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari il Presidente Arch. Mimmo Mastronardi𝙑𝙄𝘼𝙉𝘿𝘼𝙉𝙏𝙄 𝙁𝙀𝙎𝙏𝙄𝙑𝘼𝙇 - 𝙄𝙇 𝟰 𝙂𝙄𝙐𝙂𝙉𝙊 𝘼𝙇𝙇𝙀 𝟵.𝟯𝟬 𝘼𝙋𝙋𝙐𝙉𝙏𝘼𝙈𝙀𝙉𝙏𝙊 𝘼𝙇 𝙏𝙀𝘼𝙏𝙍𝙊 𝙆𝙐𝙍𝙎𝘼𝘼𝙇 𝘿𝙄 𝘽𝘼𝙍𝙄 𝙋𝙀𝙍 𝙇𝘼 𝙋𝙍𝙀𝙎𝙀𝙉𝙏𝘼𝙕𝙄𝙊𝙉𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝙇𝙄𝘽𝙍𝙊 "𝙋𝙍𝙊𝙂𝙀𝙏𝙏𝘼𝙍𝙀 𝙇𝘼 𝙇𝙀𝙉𝙏𝙀𝙕𝙕𝘼" 𝘿𝙄 𝙋𝘼𝙊𝙇𝙊 𝙋𝙄𝙇𝙀𝙍𝙄. 𝙄𝙉𝙂𝙍𝙀𝙎𝙎𝙊 𝙇𝙄𝘽𝙀𝙍𝙊.
Torna il VIANDANTI FESTIVAL, che per la sua terza edizione intende valorizzare anche la dimensione simbolica della viandanza attraverso la ricerca di contaminazioni e suggestioni attraverso ‘La Letteratura di Viaggio’. Camminare in tanti modi diversi, insomma, ascoltando le storie che ogni sentiero racconta a chi ha la pazienza di usare i piedi e la mente.

📌 Presentazione del libro "Progettare la lentezza"
📅 Sabato 4 Giugno, ore 9.30 - Kursaal Santalucia, Bari
- ingresso libero-

Parteciperanno:
🔸️Aldo Patruno, Direttore generale Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia;
🔸️Cosimo Damiano Mastronardi, Presidente dell'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Bari.

Introduce🔸️Giuseppe Carlone, Scuola di specializzazione Dicar - Politecnico di Bari

Presenta il libro 'Progettare la lentezza'
🔸️Paolo Pileri, Professore ordinario del dipartimento di Architettura e Studi Urbani al Politecnico di Milano.

Modera 🔸️Giovanni Sportelli Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia.

Agli iscritti dell’OAPPC verranno riconosciuti n.2 cfp.
... See MoreSee Less

Porterà i saluti istituzionali dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari il Presidente Arch. Mimmo Mastronardi
31 Maggio, 2022

Oggi, su iniziativa congiunta del Consorzio Universus (partecipato da Politecnico di Bari e Banca Popolare di Bari) e Spegea Scarl (la Business School di Exprivia SpA, Confindustria Bari‐BAT, ANCE Bari‐BAT), è stata presentata una nuova Business School. L’iniziativa mira a creare un Polo di eccellenza per l’Alta Formazione nel Mezzogiorno, posizionandosi nell’ecosistema della formazione e innovazione regionale come riferimento per i giovani studenti, il tessuto imprenditoriale, la pubblica amministrazione, ed i professionisti (attuali e futuri). La complementarietà tra accademia, impresa e pubblica amministrazione insieme per il territorio, unendo il sapere accademico in campo scientifico, tecnologico ed umanistico con il mondo del lavoro, e creando un hub di respiro internazionale in grado di soddisfare le esigenze di formazione e sviluppo del contesto locale. Per l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari è intervenuta la Vice Presidente Arch. Porzia Pietrantonio

#oappcbari #architettibari #poliba #universus
... See MoreSee Less

Oggi, su iniziativa congiunta del Consorzio Universus (partecipato da Politecnico di Bari e Banca Popolare di Bari) e Spegea Scarl (la Business School di Exprivia SpA, Confindustria Bari‐BAT, ANCE Bari‐BAT), è stata presentata una nuova Business School. L’iniziativa mira a creare un Polo di eccellenza per l’Alta Formazione nel Mezzogiorno, posizionandosi nell’ecosistema della formazione e innovazione regionale come riferimento per i giovani studenti, il tessuto imprenditoriale, la pubblica amministrazione, ed i professionisti (attuali e futuri). La complementarietà tra accademia, impresa e pubblica amministrazione insieme per il territorio, unendo il sapere accademico in campo scientifico, tecnologico ed umanistico con il mondo del lavoro, e creando un hub di respiro internazionale in grado di soddisfare le esigenze di formazione e sviluppo del contesto locale. Per l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari è intervenuta la Vice Presidente Arch. Porzia Pietrantonio

#oappcbari #architettibari #poliba #universusImage attachment
24 Maggio, 2022

𝐋'𝐎𝐫𝐝𝐢𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐀𝐫𝐜𝐡𝐢𝐭𝐞𝐭𝐭𝐢, 𝐏𝐢𝐚𝐧𝐢𝐟𝐢𝐜𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢, 𝐏𝐚𝐞𝐬𝐚𝐠𝐠𝐢𝐬𝐭𝐢 𝐞 𝐂𝐨𝐧𝐬𝐞𝐫𝐯𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐯𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐁𝐚𝐫𝐢, in collaborazione con ANCE Bari-BAT, Ordine degli Ingegneri e Collegio dei Geometri Bari, Ordine degli Architetti PPC, degli Ingegneri e dei Geometri di Matera, organizza l'evento dal titolo: "𝐋𝐨 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥'𝐚𝐫𝐭𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐫𝐮𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐢𝐧 𝐥𝐞𝐠𝐧𝐨", che si terrà il 𝟐𝟔 𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐝𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟖:𝟑𝟎 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟖:𝟎𝟎 𝐩𝐫𝐞𝐬𝐬𝐨 𝐥𝐚 𝐒𝐚𝐥𝐚 𝐂𝐨𝐧𝐯𝐞𝐠𝐧𝐢 𝐅𝐨𝐫𝐦𝐞𝐝𝐢𝐥-𝐁𝐚𝐫𝐢 𝐢𝐧 𝐯𝐢𝐚 𝐑𝐞𝐧𝐚𝐭𝐨 𝐒𝐜𝐢𝐨𝐧𝐭𝐢 𝐧. 𝟐 𝐚 𝐁𝐚𝐫𝐢.

𝐏𝐞𝐫 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬𝐢 𝐢𝐧𝐯𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐞𝐦𝐚𝐢𝐥 𝐚: 𝐝𝐚𝐦𝐨𝐧𝐞𝐠𝐢𝐮𝐬𝐞𝐩𝐩𝐞𝟐𝟎𝟐𝟎@𝐠𝐦𝐚𝐢𝐥.𝐜𝐨𝐦

𝐒𝐚𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐨𝐬𝐜𝐢𝐮𝐭𝐢 𝐧. 𝟖 𝐂𝐅𝐏
... See MoreSee Less

𝐋𝐎𝐫𝐝𝐢𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐀𝐫𝐜𝐡𝐢𝐭𝐞𝐭𝐭𝐢, 𝐏𝐢𝐚𝐧𝐢𝐟𝐢𝐜𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢, 𝐏𝐚𝐞𝐬𝐚𝐠𝐠𝐢𝐬𝐭𝐢 𝐞 𝐂𝐨𝐧𝐬𝐞𝐫𝐯𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐯𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐁𝐚𝐫𝐢, in collaborazione con ANCE Bari-BAT, Ordine degli Ingegneri e Collegio dei Geometri Bari, Ordine degli Architetti PPC, degli Ingegneri e dei Geometri di Matera, organizza levento dal titolo: 𝐋𝐨 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚𝐫𝐭𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐫𝐮𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐢𝐧 𝐥𝐞𝐠𝐧𝐨, che si terrà il 𝟐𝟔 𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐝𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟖:𝟑𝟎 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟖:𝟎𝟎 𝐩𝐫𝐞𝐬𝐬𝐨 𝐥𝐚 𝐒𝐚𝐥𝐚 𝐂𝐨𝐧𝐯𝐞𝐠𝐧𝐢 𝐅𝐨𝐫𝐦𝐞𝐝𝐢𝐥-𝐁𝐚𝐫𝐢 𝐢𝐧 𝐯𝐢𝐚 𝐑𝐞𝐧𝐚𝐭𝐨 𝐒𝐜𝐢𝐨𝐧𝐭𝐢 𝐧. 𝟐 𝐚 𝐁𝐚𝐫𝐢.

𝐏𝐞𝐫 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬𝐢 𝐢𝐧𝐯𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐞𝐦𝐚𝐢𝐥 𝐚: 𝐝𝐚𝐦𝐨𝐧𝐞𝐠𝐢𝐮𝐬𝐞𝐩𝐩𝐞𝟐𝟎𝟐𝟎@𝐠𝐦𝐚𝐢𝐥.𝐜𝐨𝐦

𝐒𝐚𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐨𝐬𝐜𝐢𝐮𝐭𝐢 𝐧. 𝟖 𝐂𝐅𝐏
23 Maggio, 2022

Grande partecipazione oggi presso il Castello di Sannicandro di Bari per la presentazione del Bando “Architetture Rurali” nell’ambito del PNRR. Un ringraziamento agli ospiti intervenuti 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐚 𝐂𝐚𝐧𝐝𝐞𝐥𝐚 𝐞 𝐋𝐮𝐢𝐠𝐢 𝐆𝐮𝐚𝐬𝐭𝐚𝐦𝐚𝐜𝐜𝐡𝐢𝐚 - 𝐑𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐏𝐮𝐠𝐥𝐢𝐚, al Sindaco di Sannicandro di Bari 𝐆𝐢𝐮𝐬𝐞𝐩𝐩𝐞 𝐆𝐢𝐚𝐧𝐧𝐨𝐧𝐞, al Presidente del GAL Terra delle Murge 𝐌𝐚𝐫𝐜𝐨 𝐓𝐫𝐢𝐛𝐮𝐳𝐢𝐨. La discussione ha ribadito la grande opportunità che questo bando rappresenta in quanto rivolto a piccoli interventi diffusi nel paesaggio rurale, di recupero, restauro e risanamento. Una opportunità che potrà esssere colta a pieno se, come ha sottolineato il Sindaco di Sannicandro di Bari, si riuscirà a fare sistema a livello territoriale, tra organizzazioni professionali, amministrazione regionale, enti locali; soprattutto, ha ribadito Anna Maria Candela, sarà fondamentale fare in modo che i cittadini colgano attraverso questo bando la bellezza del proprio territorio rurale, quale sistema complesso e diffuso, straordinariamente connesso da un sistema di itinerari e cammini di grande potenzialità per le ricadute turistiche

👉🏼 www.regione.puglia.it/web/turismo-e-cultura/-/architettura-rurale-al-via-gli-aiuti-per-il-recuper...

#oappcbari #architettibari #pnrr #regionepuglia #architetturerurali #beniculturali #pptr
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Mi sembra un po' tardiva questa presentazione del bando, quasi al termine per la sua scadenza. Considerata anche la consistente documentazione da presentare. Mah....

23 Maggio, 2022

𝐏𝐀𝐄𝐒𝐀𝐆𝐆𝐈𝐎 𝐑𝐔𝐑𝐀𝐋𝐄 𝐄 𝐀𝐑𝐂𝐇𝐈𝐓𝐄𝐓𝐓𝐔𝐑𝐀

Un rapporto indissolubile, millenario tra uomo e natura, alla base della Convenzione Europea del Paesaggio sottoscritta a Firenze nel 2000 e del nostro Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR).

«𝗠𝗶 𝗰𝗵𝗶𝗲𝗱𝗲𝗿𝗮𝗶 [...] 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝗵𝗮 𝗳𝗮𝘁𝘁𝗼 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁𝗮 𝗴𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗮 𝘀𝗰𝗮𝘃𝗮𝗿𝗲 𝗲𝗱 𝗮𝗹𝗹𝗶𝗻𝗲𝗮𝗿𝗲 𝘁𝗮𝗻𝘁𝗮 𝗽𝗶𝗲𝘁𝗿𝗮. 𝗜𝗼 𝗽𝗲𝗻𝘀𝗼 𝗰𝗵𝗲 𝗹𝗮 𝗰𝗼𝘀𝗮 𝗮𝘃𝗿𝗲𝗯𝗯𝗲 𝘀𝗽𝗮𝘃𝗲𝗻𝘁𝗮𝘁𝗼 𝘂𝗻 𝗽𝗼𝗽𝗼𝗹𝗼 𝗱𝗶 𝗴𝗶𝗴𝗮𝗻𝘁𝗶. 𝗤𝘂𝗲𝘀𝘁𝗮 𝗲̀ 𝗹𝗮 𝗠𝘂𝗿𝗴𝗶𝗮 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗮𝘀𝗽𝗿𝗮 𝗲 𝗽𝗶𝘂̀ 𝘀𝗮𝘀𝘀𝗼𝘀𝗮; 𝗽𝗲𝗿 𝗿𝗶𝗱𝘂𝗿𝗹𝗮 𝗮 𝗰𝗼𝗹𝘁𝗶𝘃𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗳𝗮𝗰𝗲𝗻𝗱𝗼 𝗹𝗲 𝘁𝗲𝗿𝗿𝗮𝘇𝘇𝗲 (…) 𝗻𝗼𝗻 𝗰𝗶 𝘃𝗼𝗹𝗲𝘃𝗮 𝗺𝗲𝗻𝗼 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗹𝗮𝗯𝗼𝗿𝗶𝗼𝘀𝗶𝘁𝗮̀ 𝗱𝗶 𝘂𝗻 𝗽𝗼𝗽𝗼𝗹𝗼 𝗱𝗶 𝗳𝗼𝗿𝗺𝗶𝗰𝗵𝗲» ("Un popolo di formiche" - Tommaso Fiore)

Ne parliamo oggi a Sannicandro di Bari presso il Castello comunale, con il patrocinio del GAL Terre di Murgia, alle ore 18:00 con 𝐀𝐧𝐧𝐚 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐚 𝐂𝐚𝐧𝐝𝐞𝐥𝐚 e 𝐋𝐮𝐢𝐠𝐢 𝐆𝐮𝐚𝐬𝐭𝐚𝐦𝐚𝐜𝐜𝐡𝐢𝐚 - Regione Puglia, 𝐌𝐚𝐫𝐜𝐨 𝐓𝐫𝐢𝐛𝐮𝐳𝐢𝐨 - Presidente GAL, 𝐂𝐨𝐬𝐢𝐦𝐨 𝐃𝐚𝐦𝐢𝐚𝐧𝐨 𝐌𝐚𝐬𝐭𝐫𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝𝐢 - Presidente OAPPC Bari e 𝐆𝐢𝐮𝐬𝐞𝐩𝐩𝐞 𝐆𝐢𝐚𝐧𝐧𝐨𝐧𝐞 - Sindaco di Sannicandro di Bari. Modera la discussione 𝐏𝐨𝐫𝐳𝐢𝐚 𝐏𝐢𝐞𝐭𝐫𝐚𝐧𝐭𝐨𝐧𝐢𝐨 Vice Presidente OAPPC Bari.

Ingresso libero - Ai partecipanti saranno riconosciuti n. 𝟑 𝐂𝐅𝐏
... See MoreSee Less

21 Maggio, 2022

Si è tenuto ieri sulle frequenze di Antenna Sud “IL PUNTO” sulle attuali criticità che registra il mondo dell’industria delle costruzioni nella nostra Regione: in particolare al centro della discussione il tema del rincaro del costo delle materie prime, del nuovo piano casa, del PNRR, dei bonus edilizi. Presente in studio il Presidente Arch. Mimmo Mastronardi ha sottolineato l’importanza di agire a livello legislativo sul giusto riconoscimento delle responsabilità penali ed amministrative dei tecnici in tema di bonus edilizi, l’importanza della conoscenza corretta delle procedure nell’applicazione di norme volte alla riqualificazione edilizia - così come ha recentemente fatto la Regione Puglia sul protocollo Itaca, e la sinergia con le Pubbliche Amministrazioni per promuovere percorsi di co-pianificazione per le linee di intervento del PNRR.

#oappcbari #architettibari #PNRR #superbonus
... See MoreSee Less

20 Maggio, 2022

Grande partecipazione ieri alla presentazione del libro: "Umberto RIva. Perciò è sempre una sorpresa" (edizioni di pagina) di Vitangelo Ardito e Nicoletta Faccitondo, a dimostrazione del fatto che l'ampia offerta formativa continua passa anche da un rapporto sinergico con i principali centri di ricerca e istituzioni culturali e universitarie.

Un impegno fortemente voluto dal Consiglio dell'OAPPC, finalizzato alla presentazione agli iscritti delle novità editoriali che animano il dibattito contemporaneo sull'Architettura, sottolineato anche dagli ospiti Alberto Ferlenga e Luca Ortelli, e dal Presidente Mimmo Mastronardi.

Un ringraziamento particolare al Consigliere delegato alla Cultura Andrea Paone per l'impegno e la passione

#oappcbari #architettibari #ordinedegliarchitetti #umbertoriva #poliba #dialoghidiarchitettura
... See MoreSee Less

19 Maggio, 2022

Il Comune di Sannicandro di Bari e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, con il patrocinio del GAL Terre di Murgia, organizzano la presentazione del bando regionale: "Architetture Rurali Regione Puglia. Restauro e valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale" previsto nell’ambito del PNRR.

La presentazione si terrà il 23 maggio p.v. alle ore 18:00 presso la Sala Scuderie del Castello Normanno Svevo a Sannicandro di Bari con Anna Maria Candela e Luigi Guastamacchia - Regione Puglia, Marco Tribuzio - Presidente GAL, Cosimo Damiano Mastronardi - Presidente OAPPC Bari e Giuseppe Giannone - Sindaco di Sannicandro di Bari. Modera la discussione Porzia Pietrantonio Vice Presidente OAPPC Bari.

Ingresso libero - Ai partecipanti saranno riconosciuti n. 3 CFP.
... See MoreSee Less

Il Comune di Sannicandro di Bari e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, con il patrocinio del GAL Terre di Murgia, organizzano la presentazione del bando regionale: Architetture Rurali Regione Puglia. Restauro e valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale previsto nell’ambito del PNRR.

La presentazione si terrà il 23 maggio p.v. alle ore 18:00 presso la Sala Scuderie del Castello Normanno Svevo a Sannicandro di Bari con Anna Maria Candela e Luigi Guastamacchia - Regione Puglia, Marco Tribuzio - Presidente GAL, Cosimo Damiano Mastronardi - Presidente OAPPC Bari e Giuseppe Giannone - Sindaco di Sannicandro di Bari. Modera la discussione Porzia Pietrantonio Vice Presidente OAPPC Bari.

Ingresso libero - Ai partecipanti saranno riconosciuti n. 3 CFP.

Comment on Facebook

Gentilmente caricate il link x seguire da distanza?

19 Maggio, 2022

Umberto Riva. Perciò è sempre una sorpresa.

Le 19 conversazioni con Umberto Riva contenute in questo libro sono l'esito di una casualità. Era in corso uno studio delle sue opere salentine, e avevamo chiesto di poterlo intervistare nel suo studio a Milano. In quei giorni di febbraio si manifestavano i primi casi di Covid-19, proprio in Lombardia, e si pensò allora a un collegamento video da registrare. Già dal primo incontro, abbiamo capito che voleva raccontare di sé a qualcuno e che l'esperimento gli sarebbe piaciuto. Forse perché lo strappava dall'isolamento forzato che la pandemia imponeva o forse perché quegli incontri gli offrivano un rapporto umano "nutriente". Così incontrarsi e chiacchierare è divenuto un rito quasi quotidiano, tra il 20 marzo e il 5 maggio del 2020, al quale si è sottoposto con piacere. Ora questo libro, che prometteva di essere una lunga e piacevole conversazione tra persone che si conoscevano da tempo - «ci manca un po' di vino, potremmo stare tutti e tre vicino al camino» -, è diventato un vero e proprio memoriale che Riva ha deciso di consegnare a un amico.
... See MoreSee Less

Umberto Riva. Perciò è sempre una sorpresa.

Le 19 conversazioni con Umberto Riva contenute in questo libro sono lesito di una casualità. Era in corso uno studio delle sue opere salentine, e avevamo chiesto di poterlo intervistare nel suo studio a Milano. In quei giorni di febbraio si manifestavano i primi casi di Covid-19, proprio in Lombardia, e si pensò allora a un collegamento video da registrare. Già dal primo incontro, abbiamo capito che voleva raccontare di sé a qualcuno e che lesperimento gli sarebbe piaciuto. Forse perché lo strappava dallisolamento forzato che la pandemia imponeva o forse perché quegli incontri gli offrivano un rapporto umano nutriente. Così incontrarsi e chiacchierare è divenuto un rito quasi quotidiano, tra il 20 marzo e il 5 maggio del 2020, al quale si è sottoposto con piacere. Ora questo libro, che prometteva di essere una lunga e piacevole conversazione tra persone che si conoscevano da tempo - «ci manca un po di vino, potremmo stare tutti e tre vicino al camino» -, è diventato un vero e proprio memoriale che Riva ha deciso di consegnare a un amico.
18 Maggio, 2022

Oggi, alla presenza dell'Assessora Regionale alle Politiche Abitative Avv. Anna Grazia Maraschio, il Presidente Arch. Mimmo Mastronardi, la Vice Presidente Arch. Porzia Pietrantonio e il Consigliere Arch. Antonio Stragapede hanno partecipato alla presentazione della nuova guida sulle “NORME PER L’ABITARE SOSTENIBILE”. Una guida di accompagnamento alle nuove procedure del Protocollo Itaca Puglia, che si pone l’obiettivo di chiarire il processo di applicazione del protocollo ITACA, individuando ruoli e responsabilità dei singoli attori.
Le novità presentate riguardano i controlli avviati e le attività di monitoraggio che permetteranno di valutare l’incidenza delle premialità nei singoli Comuni pugliesi.

La guida può essere scaricata al link:
👉🏻 orca.regione.puglia.it/abitare-sostenibile
... See MoreSee Less

16 Maggio, 2022

💡L'Ordine informa
📆19 maggio 2022, dalle ore 9:30 alle ore 12:00

Per il ciclo di seminari "Pensare l'Architettura", a cura del DICAR del Politecnico di Bari,
si segnala la Lectio del prof. Marco Trisciuoglio, intitolata "Iuxta propria principia. Topografia, Tipologia, Tettonica", che si svolgerà il 19 maggio 2022, dalle ore 9:30 alle ore 12:00.

Di seguito il link per il collegamento:
poliba.webex.com/poliba/j.php?RGID=r39d24546766cde35bbff5632be2f33d7
password: trisciuoglio

Si ricorda che la partecipazione all'evento consente l'attribuzione di 2 CFP per gli architetti.
... See MoreSee Less

💡LOrdine informa
📆19 maggio 2022, dalle ore 9:30 alle ore 12:00

Per il ciclo di seminari Pensare lArchitettura, a cura del DICAR del Politecnico di Bari,
si segnala la Lectio del prof. Marco Trisciuoglio, intitolata Iuxta propria principia. Topografia, Tipologia, Tettonica, che si svolgerà il 19 maggio 2022, dalle ore 9:30 alle ore 12:00.

Di seguito il link per il collegamento:
https://poliba.webex.com/poliba/j.php?RGID=r39d24546766cde35bbff5632be2f33d7
password: trisciuoglio

Si ricorda che la partecipazione allevento consente lattribuzione di 2 CFP per gli architetti.
16 Maggio, 2022

Giovedí 19 Maggio, alle ore 17:00,
presso la Sala del Mutilato a Bari (largo Fraccacreta) l'Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Bari e Dicar Bari presentano il libro: ”Umberto Riva. Perciò è sempre una sorpresa”. Ne discutono con gli autori Vitangelo Ardito e Nicoletta Faccitondo, Cosimo Damiano Mimmo Mastronardi - Presidente OAPPC Bari, Carlo Moccia - Direttore DICAR Bari, Alberto Ferlega - IUAV Venezia, Luca Ortelli - EPFL Losanna, Nicola Panzini e Antonio Nitti - DICAR Bari. Durante l'incontro sarà proiettato il film DUE SEGNI di Ignazio Fabio Mazzola.

2 CFP saranno riconosciuti agli Architetti P.P.C. iscritti all'Albo.
... See MoreSee Less

Giovedí 19 Maggio, alle ore 17:00,
presso la Sala del Mutilato a Bari (largo Fraccacreta) lOrdine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Bari e Dicar Bari presentano il libro: ”Umberto Riva. Perciò è sempre una sorpresa”. Ne discutono con gli autori Vitangelo Ardito e Nicoletta Faccitondo, Cosimo Damiano Mimmo Mastronardi - Presidente OAPPC Bari, Carlo Moccia - Direttore DICAR Bari, Alberto Ferlega - IUAV Venezia, Luca Ortelli - EPFL Losanna, Nicola Panzini e Antonio Nitti - DICAR Bari. Durante lincontro sarà proiettato il film DUE SEGNI di Ignazio Fabio Mazzola.

2 CFP saranno riconosciuti agli Architetti P.P.C. iscritti allAlbo.
13 Maggio, 2022

Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC, comunica agli iscritti che sono attivi i seguenti servizi web:

👉Archivio digitale Divisare:
Divisare è un archivio di architettura contemporanea unico nel suo genere e un ottimo strumento di aggiornamento per i professionisti della progettazione architettonica.
Contiene oltre 30 mila schede progetto accuratamente selezionate, raccolte in oltre 20 anni di lavoro e suddivise in oltre 600 collezioni raggruppate in 10 macro aree tematiche.

Richiedi l'attivazione selezionando l’OAPPC della provincia di Bari dall'elenco alla pagina divisare.com/subscriptions.

👉Bandi di progettazione Europaconcorsi.
Europaconcorsi è online dal 1998, ed è leader nell'informazione professionale per architetti e ingegneri. Il servizio segnala concorsi e gare di progettazione banditi in Italia e all'estero, offerte di lavoro presso Pubbliche Amministrazioni e molto altro.

Richiedi l'attivazione selezionando l’OAPPC della provincia di Bari dall'elenco alla pagina europaconcorsi.com/logon

#architettibari #ordinedegliarchitetti #oappcbari
... See MoreSee Less

Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC, comunica agli iscritti che sono attivi i seguenti servizi web:

👉Archivio digitale Divisare:
Divisare è un archivio di architettura contemporanea unico nel suo genere e un ottimo strumento di aggiornamento per i professionisti della progettazione architettonica.
Contiene oltre 30 mila schede progetto accuratamente selezionate, raccolte in oltre 20 anni di lavoro e suddivise in oltre 600 collezioni raggruppate in 10 macro aree tematiche.

Richiedi lattivazione selezionando l’OAPPC della provincia di Bari dallelenco alla pagina https://divisare.com/subscriptions.

👉Bandi di progettazione Europaconcorsi.
Europaconcorsi è online dal 1998, ed è leader nellinformazione professionale per architetti e ingegneri. Il servizio segnala concorsi e gare di progettazione banditi in Italia e allestero, offerte di lavoro presso Pubbliche Amministrazioni e molto altro.

Richiedi lattivazione selezionando l’OAPPC della provincia di Bari dallelenco alla pagina https://europaconcorsi.com/logon

#architettibari #ordinedegliarchitetti #oappcbariImage attachment

Comment on Facebook

🎉🎊

12 Maggio, 2022

Addio a Mauro Galantino, architetto dell'impegno morale e antifascista: nemico delle mode ha rincorso la forma necessaria

di Nicola Signorile

La maniera di affrontare il progetto è una "questione morale" prima che un problema tecnico, e la moralità, nel nostro mestiere, resta ben ancorata alla costruzione della forma". Hanno il tono del testamento spirituale, queste parole che Mauro Galantino scrive - vent'anni fa - nella relazione per il progetto della nuova sede della facoltà di architettura a Parigi Belleville. O almeno risuonano così, austere e definitive, adesso che l'architetto non c'è più, ucciso l'altra notte da un tumore meno che settantenne. Ha vissuto mezzo secolo rincorrendo sempre la forma reclamata da uno spazio specifico. Non una forma, ma "quella" forma necessaria.
Mauro Galantino nasce a Bari nel 1953. Dopo il liceo classico e un giovanile impegno politico (militante nel Comitato Antifascista Antimperialista) va a Firenze e si laurea nel 1979. Si forma nella cultura utopica degli anni Settanta, nell'atmosfera effervescente di Superstudio impregnata di megastrutture, ed è perciò inevitabile il ribellarsi contro le convenzioni accademiche: declinare al presente una scuola, una casa o una chiesa "è un atto - dice Galantino - di totale libertà culturale. Dove per libertà intendiamo quel luogo in cui le cose si formano per esistere realmente. Il luogo del possibile". Ma al massimo grado di libertà corrisponde il massimo grado di ordine: è in questo paradosso il carattere dialettico della sua architettura. Dopo Firenze, Parigi: prima al politecnico UP8 dove collabora con il grande Henri Cirani e poi nello studio francese di Renzo Piano. "Per mesi ho disegnato plafoni per un edificio di cui non sapevo nulla", racconta senza eroismi. E allora torna in Italia, a Milano da Vittorio Gregotti, di cui diviene associato, fino al 1986. Poi apre uno studio proprio, senza smettere mai di insegnare: a Parigi, a Strasburgo, a Losanna e infine allo Iuav di Venezia.
Un agriturismo a Mattinata e il recupero di un edificio settecentesco, nello stesso paese sul Gargano: non ha realizzato molto in Puglia, Galantino, anche se i tentativi non sono mancati: nel 2007 partecipa senza successo al concorso per il nuovo padiglione della Fiera del Levante. Prende parte pure all'inutile concorso per il Centro del cinema digitale, sui ruderi del macello comunale di Mola. Galantino sa come ragionano le giurie: lui stesso ne ha presieduta una proprio a Bari, quella del concorso internazionale per via Sparano. Molti pure ne vince, di concorsi: per esempio, la gara per il terminal di Venezia al Tronchetto, dove ha progettato uno spazio pubblico che è grande tre volte piazza San Marco. Infine, quella per la trasformazione della Manifattura dei Tabacchi di Bari, insieme a Gianni Vincenti: un risarcimento tardivo della città per un barese che costruisce in tutto il mondo, da Milano a Parigi, da Beirut a Shanghai dove è attualmente in cantiere il fronte canale residenziale di Pujiang, per 450 alloggi.
E lo fa con una coerenza che lo distingue dalle truppe omologate dell'architettura globale e à la page. "Egli gode dei privilegi, e insieme deve affrontare tutte le difficoltà, di chi non segue le mode", afferma Gregotti in una monografia apparsa nel 2009 da Electa, a cura di Silvia Milesi. Nel volume - illustrato con le fotografie del fedele Alberto Muciaccia - scrive anche Kenneth Frampton, per sottolineare la capacità di Galantino di muoversi sul terreno fragilissimo della onestà del nuovo che si installa nel contesto. I suoi progetti nascono da un rispetto autentico, ma critico per le preesistenze del sito.
Quando deve affrontare la progettazione di una casa sul lago d'Orta - una delle cose sue più famose - Galantino si trova di fronte meno che un rudere e uno scellerato comandamento della soprintendenza: ricostruire "com'era, dov'era". Il massimo grado di libertà lo spinge a ribellarsi nell'uso dei materiali d'obbligo, invertendone il senso: ferro al posto del legno, intonaco anziché pietra, legno invece che cemento. Nella chiesa di Sant'Ireneo a Cesano Boscone, vicino Milano, ha addirittura introdotto - secondo Frampton - elementi di una spiritualità pagana. Ma questo approccio critico alla materia del costruire costa fatica e spesso i progetti sono travagliati, lievitano in anni, attraverso molteplici versioni e approssimazioni alle richieste dei committenti e dei burocrati. È accaduto anche a Mattinata, dove ci sono voluti più di cinque anni per portare a compimento quell'agriturismo che nel suo abbacinante biancore di nitido intonaco è un inno meridionale e postumo alla lezione d'avanguardia dei razionalisti italiani.
... See MoreSee Less

Addio a Mauro Galantino, architetto dellimpegno morale e antifascista: nemico delle mode ha rincorso la forma necessaria

di Nicola Signorile 

La maniera di affrontare il progetto è una questione morale prima che un problema tecnico, e la moralità, nel nostro mestiere, resta ben ancorata alla costruzione della forma. Hanno il tono del testamento spirituale, queste parole che Mauro Galantino scrive - ventanni fa - nella relazione per il progetto della nuova sede della facoltà di architettura a Parigi Belleville. O almeno risuonano così, austere e definitive, adesso che larchitetto non cè più, ucciso laltra notte da un tumore meno che settantenne. Ha vissuto mezzo secolo rincorrendo sempre la forma reclamata da uno spazio specifico. Non una forma, ma quella forma necessaria.
Mauro Galantino nasce a Bari nel 1953. Dopo il liceo classico e un giovanile impegno politico (militante nel Comitato Antifascista Antimperialista) va a Firenze e si laurea nel 1979. Si forma nella cultura utopica degli anni Settanta, nellatmosfera effervescente di Superstudio impregnata di megastrutture, ed è perciò inevitabile il ribellarsi contro le convenzioni accademiche: declinare al presente una scuola, una casa o una chiesa è un atto - dice Galantino - di totale libertà culturale. Dove per libertà intendiamo quel luogo in cui le cose si formano per esistere realmente. Il luogo del possibile. Ma al massimo grado di libertà corrisponde il massimo grado di ordine: è in questo paradosso il carattere dialettico della sua architettura. Dopo Firenze, Parigi: prima al politecnico UP8 dove collabora con il grande Henri Cirani e poi nello studio francese di Renzo Piano. Per mesi ho disegnato plafoni per un edificio di cui non sapevo nulla, racconta senza eroismi. E allora torna in Italia, a Milano da Vittorio Gregotti, di cui diviene associato, fino al 1986. Poi apre uno studio proprio, senza smettere mai di insegnare: a Parigi, a Strasburgo, a Losanna e infine allo Iuav di Venezia.
Un agriturismo a Mattinata e il recupero di un edificio settecentesco, nello stesso paese sul Gargano: non ha realizzato molto in Puglia, Galantino, anche se i tentativi non sono mancati: nel 2007 partecipa senza successo al concorso per il nuovo padiglione della Fiera del Levante. Prende parte pure allinutile concorso per il Centro del cinema digitale, sui ruderi del macello comunale di Mola. Galantino sa come ragionano le giurie: lui stesso ne ha presieduta una proprio a Bari, quella del concorso internazionale per via Sparano. Molti pure ne vince, di concorsi: per esempio, la gara per il terminal di Venezia al Tronchetto, dove ha progettato uno spazio pubblico che è grande tre volte piazza San Marco. Infine, quella per la trasformazione della Manifattura dei Tabacchi di Bari, insieme a Gianni Vincenti: un risarcimento tardivo della città per un barese che costruisce in tutto il mondo, da Milano a Parigi, da Beirut a Shanghai dove è attualmente in cantiere il fronte canale residenziale di Pujiang, per 450 alloggi.
E lo fa con una coerenza che lo distingue dalle truppe omologate dellarchitettura globale e à la page. Egli gode dei privilegi, e insieme deve affrontare tutte le difficoltà, di chi non segue le mode, afferma Gregotti in una monografia apparsa nel 2009 da Electa, a cura di Silvia Milesi. Nel volume - illustrato con le fotografie del fedele Alberto Muciaccia - scrive anche Kenneth Frampton, per sottolineare la capacità di Galantino di muoversi sul terreno fragilissimo della onestà del nuovo che si installa nel contesto. I suoi progetti nascono da un rispetto autentico, ma critico per le preesistenze del sito.
Quando deve affrontare la progettazione di una casa sul lago dOrta - una delle cose sue più famose - Galantino si trova di fronte meno che un rudere e uno scellerato comandamento della soprintendenza: ricostruire comera, dovera. Il massimo grado di libertà lo spinge a ribellarsi nelluso dei materiali dobbligo, invertendone il senso: ferro al posto del legno, intonaco anziché pietra, legno invece che cemento. Nella chiesa di SantIreneo a Cesano Boscone, vicino Milano, ha addirittura introdotto - secondo Frampton - elementi di una spiritualità pagana. Ma questo approccio critico alla materia del costruire costa fatica e spesso i progetti sono travagliati, lievitano in anni, attraverso molteplici versioni e approssimazioni alle richieste dei committenti e dei burocrati. È accaduto anche a Mattinata, dove ci sono voluti più di cinque anni per portare a compimento quellagriturismo che nel suo abbacinante biancore di nitido intonaco è un inno meridionale e postumo alla lezione davanguardia dei razionalisti italiani.

Comment on Facebook

RIP

Cinzia Mazzone ☹️

11 Maggio, 2022

🏗️𝘼𝙫𝙫𝙞𝙨𝙤 𝙥𝙪𝙗𝙗𝙡𝙞𝙘𝙤 𝙥𝙚𝙧 𝙡𝙖 𝙥𝙧𝙤𝙩𝙚𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙚 𝙫𝙖𝙡𝙤𝙧𝙞𝙯𝙯𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙙𝙚𝙡𝙡’𝙖𝙧𝙘𝙝𝙞𝙩𝙚𝙩𝙩𝙪𝙧𝙖 𝙚 𝙙𝙚𝙡 𝙥𝙖𝙚𝙨𝙖𝙜𝙜𝙞𝙤 𝙧𝙪𝙧𝙖𝙡𝙚 𝙥𝙚𝙧 𝙡𝙖 𝙍𝙚𝙜𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙋𝙪𝙜𝙡𝙞𝙖🌾

✨Grande interesse sta suscitando su tutto il territorio regionale l’Avviso pubblico per il finanziamento di interventi di recupero e valorizzazione di beni storici del paesaggio rurale pugliese, a valere sulle risorse del PNRR.

📁Sono già state trasmesse circa 1️⃣6️⃣0️⃣ domande di finanziamento, arrivate progressivamente negli ultimi giorni, e quindi la procedura a sportello è tuttora pienamente operativa e capiente, vista la disponibilità di oltre 5️⃣6️⃣ milioni per il finanziamento di almeno 3️⃣7️⃣5️⃣ progetti su tutto il territorio regionale.

📜Inoltre sulla pagina del sito istituzionale dedicato all’Avviso “Architettura rurale” (rpu.gl/ArchitetturaRurale) potrete trovare nuovi aggiornamenti e interessante FAQ su fattispecie ricorrenti e con precisazioni puntuali, ad esempio sugli elaborati grafici del progetto tecnico da allegare, sulla determinazione del contributo finanziario, sulle modalità per richiedere l’annullamento di una domanda già trasmessa in caso di esigenza di completamento o sostituzione degli elaborati, e tanto altro.

🗂️Nella stessa pagina troverete inoltre tutti i format evitabile per la predisposizione del fascicolo di progetto e i contatti con gli uffici regionali e con CDP. Continuiamo a raccomandare di utilizzare l’indirizzo pnrr.cultura.puglia@regione.puglia.it per formulare quesiti a cui rispondere puntualmente e tempestivamente.

🛰️Inoltre a questo link ⏩ fb.watch/cHzMh08N74/ ⏪ è possibile visualizzare il webinar di presentazione dell’Avviso e dell’applicativo CDP per la trasmissione delle domande.

🚨Le domande potranno essere presentate entro e non oltre le ore 17:59 del 25 maggio 2022, e intanto è stata avviata l’istruttoria amministrativa sulle domande già presentate e da venerdì 6 maggio si è insediata la Commissione di Valutazione: entrambe le attività procederanno nel rispetto rigoroso dell’ordine temporale di arrivo e fino a concorrenza delle risorse disponibili, che al momento sono ampiamente capienti.

Concorriamo insieme alla valorizzazione del paesaggio rurale pugliese e dei suoi beni più caratteristici❗
... See MoreSee Less

10 Maggio, 2022

💡L'Ordine informa
📆12 maggio 2022 | ore 9.30 - 12.00

Nell'ambito del ciclo di seminari intitolato "Pensare l'Architettura" 2021/2022
- LECTIO MAGISTRALIS | CARLO RAVAGNATI
"L’uomo che si smarrì nell’Architettura della città e si ritrovò nell’Architettura della Terra. Autoritratto e altre rovine."

L'evento sarà fruibile sulla piattaforma Cisco Webex e trasmesso in live streaming sul canale YouTube del PoliBa.

Crediti formativi per architetti: 2 cfp.

Link per partecipare: bit.ly/PA2_Ravagnati
Password: ravagnati
... See MoreSee Less

💡LOrdine informa
📆12 maggio 2022 | ore 9.30 - 12.00

Nellambito del ciclo di seminari intitolato Pensare lArchitettura 2021/2022
- LECTIO MAGISTRALIS | CARLO RAVAGNATI 
L’uomo che si smarrì nell’Architettura della città e si ritrovò nell’Architettura della Terra. Autoritratto e altre rovine.

Levento sarà fruibile sulla piattaforma Cisco Webex e trasmesso in live streaming sul canale YouTube del PoliBa.

Crediti formativi per architetti: 2 cfp.

Link per partecipare: https://bit.ly/PA2_Ravagnati
Password: ravagnati
07 Maggio, 2022

📆 Il 12-13-14 Maggio 2022 presso la Fiera del Levante, torna a Bari Smart Building Levante, evento a cadenza biennale dedicato all’innovazione tecnologica in ambito home, building e city del Mezzogiorno.
Smart Building Levante, oltre a presentare le tecnologie più avanzate nell’ambito delle telecomunicazioni, della domotica, della sicurezza e nell’uso dell’energia, avrà un focus peculiare sulle tecnologie per contenere il global warming in ambienti tipicamente mediterranei.

👉 IL PROGRAMMA COMPLETO lo trovate qui www.smartbuildinglevante.it/programma-levante-2022/ con le indicazioni per poter partecipare
... See MoreSee Less

05 Maggio, 2022

Prosegue l’impegno del Consiglio dell’Ordine nella costruzione della rete di collaborazioni istituzionali con le Istituzioni scientifiche e culturali del territorio. È stato sottoscritto dai presidenti arch. Cosimo Damiano Mastronardi e arch. Mauro Sàito, un nuovo protocollo di intesa tra OAPPC Bari e DOCOMOMO Italia – Sezione Basilicata e Puglia E.T.S.
Con questa sottoscrizione, le parti si impegnano ad avviare un percorso condiviso finalizzato alla co-organizzazione di attività ed eventi tesi a:
- affermare il valore e la tutela dell’architettura del ‘900, intesa come espressione fondamentale della cultura e dell’identità di una comunità e del suo territorio, attraverso l’aggiornamento continuo della schedatura del patrimonio dell’architettura moderna in Terra di Bari;
- promuovere la domanda di qualità architettonica del ‘900, anche attraverso procedure concorsuali e altri incentivi a sostegno del processo di conoscenza e tutela dell’architettura moderna;
- promuovere la diffusione della conoscenza dell’architettura del ‘900, in modo da incrementare la consapevolezza e il coinvolgimento dei soggetti attori e dei cittadini sui temi della qualità dell’ambiente urbano e del territorio, anche attraverso l’organizzazione di corsi di formazione di restauro dell’architettura moderna.
... See MoreSee Less

Prosegue l’impegno del Consiglio dell’Ordine nella costruzione della rete di collaborazioni istituzionali con le Istituzioni scientifiche e culturali del territorio. È stato sottoscritto dai presidenti arch. Cosimo Damiano Mastronardi e arch. Mauro Sàito, un nuovo protocollo di intesa tra OAPPC Bari e DOCOMOMO Italia  – Sezione Basilicata e Puglia E.T.S. 
Con questa sottoscrizione, le parti si impegnano ad avviare un percorso condiviso finalizzato alla co-organizzazione di attività ed eventi  tesi a:
- affermare il valore e la tutela dell’architettura del ‘900, intesa come espressione fondamentale della cultura e dell’identità di una comunità e del suo territorio, attraverso l’aggiornamento continuo della schedatura del patrimonio dell’architettura moderna in Terra di Bari; 
- promuovere la domanda di qualità architettonica del ‘900, anche attraverso procedure concorsuali e altri incentivi a sostegno del processo di conoscenza e tutela dell’architettura moderna;
- promuovere la diffusione della conoscenza dell’architettura del ‘900, in modo da incrementare la consapevolezza e il coinvolgimento dei soggetti attori e dei cittadini sui temi della qualità dell’ambiente urbano e del territorio, anche attraverso l’organizzazione di corsi di formazione di restauro dell’architettura moderna.Image attachmentImage attachment
05 Maggio, 2022

Foto dal post di Regione Puglia ... See MoreSee Less

03 Maggio, 2022

L'Ordine informa che per il ciclo di incontri organizzato dal Politecnico di Bari e costituito da n° 13 lezioni tenute da docenti ed esperti di rilievo nazionale ed internazionale,
giovedì 5 maggio si terrà, in webinar, la lezione del direttore del DICAR, prof. arch. Carlo Moccia, dal titolo: "Per una Teoria della Formatività".
... See MoreSee Less

LOrdine informa che per il ciclo di incontri organizzato dal Politecnico di Bari e costituito da n° 13 lezioni tenute da docenti ed esperti di rilievo nazionale ed internazionale, 
giovedì 5 maggio si terrà, in webinar, la lezione del direttore del DICAR, prof. arch. Carlo Moccia, dal titolo: Per una Teoria della Formatività.
02 Maggio, 2022

Sabato 30 aprile 2022 si è conclusa l’edizione n.16 di Europan “Living Cities | Città viventi” con la cerimonia di presentazione dei risultati del workshop “Dalle piazze ai paesaggi di Bitonto, Palombaio e Mariotto” e la premiazione svoltasi a Palazzo Gentile di Bitonto, una delle due città scelta come tema del concorso.
L’Ordine Architetti P.P.C. della provincia di Bari ha co-organizzato e dato il patrocinio all’evento, partecipando il 28 aprile all’inaugurazione dell’evento con i saluti portati dalla vice presidente arch. Porzia Pietrantonio.
Nel dibattito successivo all’esposizione del workshop, di sabato 30 aprile, il presidente arch. Cosimo Damiano Mastronardi nel suo intervento ha sottolineato che stiamo vivendo anni complicati ma anche decisivi per il futuro, soprattutto quello delle giovani generazioni presenti in sala, date le tante opportunità di ripresa che si presenteranno grazie alle ingenti risorse in campo del PNRR. Un piano di sviluppo quanto mai ambizioso, che deve fare attenzione alla complessità del rapporto tra cittadini e patrimonio storico e ambientale, e che non può prescindere dalla partecipazione attiva degli stessi innanzitutto, ma anche dalle competenze delle architette e degli architetti. Il Consiglio dell’Ordine, sempre pronto a dare il suo contributo negli ambiti di propria competenza, ha siglato il protocollo con la Città Metropolitana di Bari, nell’ottica di favorire la partecipazione degli iscritti, soprattutto quelli più giovani, nelle attività di programmazione del piano strategico. Uno degli obiettivi principali da raggiungere deve essere quello dello sviluppo sostenibile delle nostre città, della rigenerazione urbana dei tessuti più degradati, della qualità dell’ambiente come bene comune paesaggistico e come costruito, ponendo grande attenzione alla complessità del rapporto tra i cittadini e il patrimonio storico e ambientale del nostro territorio. A Europan bisogna riconoscere il merito di aver iniziato già da alcune decine di anni un percorso per costruire momenti di riflessione costruttiva e dare effettivo significato al sostantivo “Partecipazione”, come bisogna riconoscere a Europan il merito di aver usato da sempre il sistema concorsuale per raggiungere gli obiettivi prefissi. L’oggetto del concorso non è più una prestazione professionale, una attività di servizio come stabilito nel Codice per le gare di affidamento dei Servizi di ingegneria e architettura, ma torna ad essere opera dell’ingegno, per la quale, sino al raggiungimento del risultato, non sono richiesti i requisiti economici, finanziari, tecnici tipici delle altre procedure. In Italia si è avviata una stagione importante per l’Architettura, un’occasione irripetibile e gli architetti devono contribuire alla crescita economica, sociale e culturale del paese, perché questo impegno serve a valorizzare il ruolo dell’architettura nella definizione del futuro delle città, e soprattutto, nella creazione di un equilibrio tra difesa dell’ambiente e processi di trasformazione urbana e territoriale.
Il presidente Mastronardi ha ricordato come i Concorsi di progettazione rappresentino un corretto meccanismo di partecipazione per coinvolgere gli architetti, soprattutto i più giovani, in grado di conseguire una elevata qualità delle opere pubbliche, improntate allo sviluppo sostenibile del territorio e delle nostre comunità locali. Un maggiore impiego dei Concorsi significa ridare centralità alla progettazione, rendendo trasparente il mercato e consentendo ai professionisti, soprattutto ai giovani, di esprimere le loro capacità in un confronto che premia la qualità del progetto.
In conclusione l’invito agli Amministratori Pubblici ad assumere il compito di dare segno di capacità e maturità in questo campo, come la Città di Bitonto ha dimostrato con la partecipazione a Europan.

#OrdineDegliArchitetti #Bari
... See MoreSee Less

27 Aprile, 2022

LIVING CITIES - dalle piazze ai paesaggi di Bitonto, Palombaio e Mariotto.

Dal 28 al 30 aprile, a Bitonto, presso Palazzo Gentile - Municipio, si terrà l'inaugurazione della mostra LIVING CITIES - dalle piazze ai paesaggi di Bitonto, Palombaio e Mariotto.
Tre giornate dedicate a incontri, workshop e cerimonie.
La mostra resterà aperta fino al 10 Maggio.

Per registrarsi: www.europan-italia.eu

#OrdineDegliArchitetti #Bari
... See MoreSee Less

LIVING CITIES - dalle piazze ai paesaggi di Bitonto, Palombaio e Mariotto. 

Dal 28 al 30 aprile, a Bitonto, presso Palazzo Gentile - Municipio, si terrà linaugurazione della mostra LIVING CITIES - dalle piazze ai paesaggi di Bitonto, Palombaio e Mariotto.  
Tre giornate dedicate a incontri, workshop e cerimonie. 
La mostra resterà aperta fino al 10 Maggio. 

Per registrarsi: www.europan-italia.eu 

#OrdineDegliArchitetti #Bari
27 Aprile, 2022

E' stato sottoscritto dall'Ordine degli Architetti P.P.C. e degli Ingegneri della Provincia di Bari, nelle persone dei rispettivi Presidenti Arch. Cosimo Damiano Mastronardi e Ing. Vitantonio Amoruso, un importante protocollo di intesa con la Città Metropolitana di Bari, nella persona del Sindaco Ing. Antonio Decaro. Il protocollo impegna i due Ordini a:
- realizzare una capillare campagna di informazione fra i propri iscritti volta a diffondere la conoscenza delle iniziative in fase di svolgimento e di prossima realizzazione;
- partecipare, su invito della CMB, alle attività di co-pianificazione delle iniziative in fase di svolgimento di di prossima attivazione;
- promuovere presso i propri giovani iscritti le finalità e le modalità attuative del Progetto di animazione del Tavolo dei Talenti e delle giovani generazioni, al fine di incentivarne la partecipazione in ottica di scambio di conoscenze ed esperienze con i partecipanti al Tavolo, con gli uffici metropolitani, con i Comuni del territorio e con tutti gli altri soggetti pubblici e privati che, a vario titolo, intervengono nel processo;

La Città Metropolitana di Bari si impegna a favorire:
- la partecipazione dell’Ordine degli Ingegneri e dell’Ordine degli
Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori alle attività di copianificazione inerenti il processo di pianificazione strategica dell’Ente promuovendo l’interazione con gli altri attori Istituzionali e non, coinvolti nel processo di definizione del Piano strategico metropolitano 2020-2030, in ottica di raccordo e coordinamento dell’azione svolta da ognuno di essi;
- l’intervento dei giovani ingegneri e architetti alle iniziative del Tavolo dei Talenti e delle giovani generazioni;
- promuovere l’organizzazione di percorsi formativi e informativi diretti ai giovani partecipanti al Tavolo suindicato, in ottica di passaggio generazionale di conoscenze ed esperienze professionali.

Maggiori info 👇🏼
www.ordarchbari.it/wp-content/uploads/2022/04/Protocollo-dintesa-Ordini-Professionali-e-Citt%C3%A...
... See MoreSee Less

E stato sottoscritto dallOrdine degli Architetti P.P.C. e degli Ingegneri della Provincia di Bari, nelle persone dei rispettivi Presidenti Arch. Cosimo Damiano Mastronardi e Ing. Vitantonio Amoruso, un importante protocollo di intesa con la Città Metropolitana di Bari, nella persona del Sindaco Ing. Antonio Decaro. Il protocollo impegna i due Ordini a:
- realizzare una capillare campagna di informazione fra i propri iscritti volta a diffondere la conoscenza delle iniziative in fase di svolgimento e di prossima realizzazione;
- partecipare, su invito della CMB, alle attività di co-pianificazione delle iniziative in fase di svolgimento di di prossima attivazione;
- promuovere presso i propri giovani iscritti le finalità e le modalità attuative del Progetto di animazione del Tavolo dei Talenti e delle giovani generazioni, al fine di incentivarne la partecipazione in ottica di scambio di conoscenze ed esperienze con i partecipanti al Tavolo, con gli uffici metropolitani, con i Comuni del territorio e con tutti gli altri soggetti pubblici e privati che, a vario titolo, intervengono nel processo;

La Città Metropolitana di Bari si impegna a favorire:
- la partecipazione dell’Ordine degli Ingegneri e dell’Ordine degli
Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori alle attività di copianificazione inerenti il processo di pianificazione strategica dell’Ente promuovendo l’interazione con gli altri attori Istituzionali e non, coinvolti nel processo di definizione del Piano strategico metropolitano 2020-2030, in ottica di raccordo e coordinamento dell’azione svolta da ognuno di essi;
- l’intervento dei giovani ingegneri e architetti alle iniziative del Tavolo dei Talenti e delle giovani generazioni;
- promuovere l’organizzazione di percorsi formativi e informativi diretti ai giovani partecipanti al Tavolo suindicato, in ottica di passaggio generazionale di conoscenze ed esperienze professionali.

Maggiori info 👇🏼
https://www.ordarchbari.it/wp-content/uploads/2022/04/Protocollo-dintesa-Ordini-Professionali-e-Citt%C3%A0-Metropolitana.pdf
22 Aprile, 2022

🏗️ 𝙒𝙚𝙗𝙞𝙣𝙖𝙧: 𝙄𝙣𝙩𝙚𝙧𝙫𝙚𝙣𝙩𝙞 𝙨𝙪𝙞 𝙗𝙚𝙣𝙞 𝙨𝙩𝙤𝙧𝙞𝙘𝙞 𝙙𝙚𝙡𝙡'𝘼𝙧𝙘𝙝𝙞𝙩𝙚𝙩𝙩𝙪𝙧𝙖 𝙧𝙪𝙧𝙖𝙡𝙚 🌾 ... See MoreSee Less

21 Aprile, 2022

🏗️𝘼𝙍𝘾𝙃𝙄𝙏𝙀𝙏𝙏𝙐𝙍𝘼 𝙍𝙐𝙍𝘼𝙇𝙀. 𝘼𝙡 𝙫𝙞𝙖 𝙜𝙡𝙞 𝙖𝙞𝙪𝙩𝙞 𝙥𝙚𝙧 𝙞𝙡 𝙧𝙚𝙘𝙪𝙥𝙚𝙧𝙤 𝙚 𝙡𝙖 𝙫𝙖𝙡𝙤𝙧𝙞𝙯𝙯𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙙𝙞 𝙚𝙙𝙞𝙛𝙞𝙘𝙞 𝙨𝙩𝙤𝙧𝙞𝙘𝙞 𝙧𝙪𝙧𝙖𝙡𝙞 𝙚 𝙥𝙚𝙧 𝙡𝙖 𝙩𝙪𝙩𝙚𝙡𝙖 𝙙𝙚𝙡 𝙥𝙖𝙚𝙨𝙖𝙜𝙜𝙞𝙤 𝙧𝙪𝙧𝙖𝙡𝙚🌾

👩🏼‍🌾Con una dotazione finanziaria di 💰56 milioni di euro, è al via l’Avviso per il finanziamento degli interventi di soggetti privati che vorranno recuperare edifici storici quali casali, masserie, trulli, frantoi, stalle e mulini, ma anche chiese rurali ed edicole votive, e ancora muretti a secco, fontane, pozzi e altre strutture tipiche del paesaggio rurale pugliese e testimonianza dell’economia agricola tradizionale e dell’evoluzione del paesaggio, allo scopo di tutelare e valorizzare i beni della cultura materiale e immateriale e di ripristinare la qualità paesaggistica dei luoghi, nonché di promuovere nuove iniziative e attività legate alla fruizione turistico-culturale sostenibile e legate alle tradizioni e alla cultura locale.

🖱️ Click day a partire dalle ore 12:00 di martedì 19 aprile 2022

⌛Le domande potranno essere inviate fino alle 17:59 del 25 maggio 2022, e saranno istruite e valutate solo fino a concorrenza delle risorse finanziarie disponibili.

💁Link all’avviso, maggiori informazioni e documenti 👉🏿 rpu.gl/ArchitetturaRurale
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Sarebbe il caso di sottolineare che sul canale pact c'è un video importante e chiarificatore su tutta l' operazione...

Buona visione

20 Aprile, 2022

... See MoreSee Less

19 Aprile, 2022

#onnews
Cooperazione, sviluppo, sostenibilità: il #CNAPPC si prepara a #Codeway. La partecipazione all’evento, dal 18 al 20 maggio a Roma, sarà anche tappa della mostra “Lo Spazio morale” dedicata all’impegno civile degli architetti italiani in situazioni emergenziali e critiche.

Dibattiti, confronti e diverse altre le iniziative in programma elencate nell’articolo a cura di #MarcelloRossi, responsabile Dipartimento Internazionalizzazione, cooperazione internazionale ed esportazione del lavoro.

Leggi qui 👉🏻https://bit.ly/Codeway
... See MoreSee Less

15 Aprile, 2022

Il Consiglio dell’Ordine, il Consiglio di Disciplina e la Segreteria, augurano buona Pasqua a tutti gli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari.

#OrdineDegliArchitetti #Bari
... See MoreSee Less

Il Consiglio dell’Ordine, il Consiglio di Disciplina e la Segreteria, augurano buona Pasqua a tutti gli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari.  

#OrdineDegliArchitetti #Bari