Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari

Accordo quadro RPT-FCA

In CNAPPC,In evidenza,Professione il

Dal CNAPPC, riceviamo e pubblichiamo:

E’ pervenuta dalla Rete delle Professioni Tecniche la circolare n. 1/2020, prot. 7/2020 del 14 Gennaio 2020, con la quale si forniscono informazioni in merito alla proroga dell’accordo Accordo quadro RPT-FCA avente ad oggetto “speciali condizioni di acquisto autoveicoli marchi Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Jeep e Fiat Professional”, riservate agli iscritti agli Albi o Registri professionali fino al 31 gennaio 2020. Si ricorda che l’iniziativa promossa da Fiat Chrysler Automobiles S.p.a è valida per tutti i professionisti iscritti agli Ordini e Collegi aderenti alla RPT.

In allegato, la scheda aggiornata.


Approvazione automatica degli atti di aggiornamento del Catasto Terreni

In Architettura,Professione il

Dal CNAPPC riceviamo la seguente segnalazione:

“È pervenuta dall’Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare – la nota del 2/01/2019, prot. n. 147825592, con la quale si anticipa l’emanzione di una specifica risoluzione della Direzione Centrale per il rilascio della nuova “versione 10.6.1 – A PAG 2.12” della Procedura Pregeo 10”.

Si pubblica la nota in allegato, per opportuna conoscenza.


Eventi formativi di Legislazione Tecnica in Puglia

In Formazione,Professione il

Legislazione Tecnica ha diffuso il calendario dei prossimi eventi formativi organizzati in Puglia:

  • LE PROCEDURE EDILIZIE E I TITOLI ABILITATIVI – Bari 24 gennaio
  • STIME IMMOBILIARI E VALUTATORE CERTIFICATO – Bari 26-27 marzo
  • IL RUP NEI LAVORI PUBBLICI – Lecce 31 marzo
  • IL COLLAUDO E LE RISERVE NEI LAVORI PUBBLICI – Bari 9 giugno

Il Seminario “LE PROCEDURE EDILIZIE E I TITOLI ABILITATIVI”, dal taglio pratico ed interattivo, offre una panoramica completa delle procedure edilizie e dei titoli abilitativi e un’analisi del quadro normativo di riferimento, approfondendo gli aspetti controversi con cui sia i professionisti tecnici sia i rappresentanti della Pubblica Amministrazione sono chiamati a misurarsi quotidianamente. L’incontro, pertanto, si pone come un’indispensabile strumento operativo ed è arricchito con una nutrita sessione interattiva di question time dove troveranno commento e soluzione i quesiti dei partecipanti.

Il corso “STIME IMMOBILIARI E VALUTATORE CERTIFICATO” si propone di qualificare e specializzare i partecipanti, fornendo la conoscenza degli elementi teorici e la padronanza degli strumenti pratici, essenziali per ricoprire il ruolo di “Valutatore base”. Formano oggetto del Corso l’analisi e l’applicazione dei diversi criteri di stima utilizzati e riconosciuti dall’industria di riferimento, che si sviluppano attraverso la preliminare descrizione del metodo estimativo e la successiva serie di esercitazioni pratiche svolte dai discenti sotto la guida del relatore.

Il seminario “IL RUP NEI LAVORI PUBBLICI” – ripercorrendo l’evoluzione normativa dal Nuovo Codice dei contratti pubblici dell’aprile 2016 fino al recentissimo D.L. “Sblocca Cantieri” – illustra con semplicità, chiarezza e linearità le funzioni, i compiti e le incombenze del Responsabile Unico del Procedimento (RUP), nell’ambito del più generale processo di pianificazione, progettazione, conduzione e conclusione dei lavori pubblici.

Il seminario “IL COLLAUDO E LE RISERVE NEI LAVORI PUBBLICI”, nasce con l’obiettivo di trasferire a tutti i partecipanti gli strumenti, le tecniche e le conoscenze normative per poter esercitare con consapevolezza il ruolo di collaudatore e per poter riconoscere pregiudizi alla corretta esecuzione di un’opera pubblica ed iscrivere riserve.

Tutti gli eventi formativi descritti sono in fase di accreditamento presso il CNAPPC.

Ogni ulteriore informazione si può reperire sul sito di Legislazione Tecnica.


Incarico tecnico per la progettazione del servizio di trasporto alunni

In In evidenza,Professione il

Il Comune di Castellana Grotte ha diffuso l’avviso pubblico relativo alla manifestazione di interesse per l’individuazione di un professionista al quale affidare l’incarico tecnico per la progettazione del “Servizio di trasporto alunni con scuolabus e trasporto e assistenza per il soggiorno estivo marino per minori”. Le domande devono pervenire entro le ore 12:00 del 20 gennaio p.v.

Si pubblicano, in allegato, avviso e fac-simile istanza di partecipazione.




Portale Impresainungiorno

In In evidenza,Professione il

Dallo scorso 13 dicembre 2019 è attivo anche per il Comune di Monopoli il portale Impresainungiorno che consente a tutti di inviare e gestire digitalmente le pratiche di competenza dello Sportello Unico Attività Produttive.

Il portale Impresainungiorno è una piattaforma informatica creata dal Ministero dello Sviluppo Economico, utilizzata ad oggi da circa 4000 Comuni in tutta Italia ed è gestita in Puglia dalla Camera di Commercio Industria e Artigianato.

Dopo il primo mese in cui è stato possibile presentare istanze sia tramite PEC ordinaria, sia attraverso il portale, da lunedì 13.1.2020 Impresainungiorno diventerà l’unico canale attraverso il quale, ai sensi di legge, sarà possibile presentare istanze, segnalazioni certificate, integrazione di documenti, etc. allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Monopoli.

A tal fine tutti gli operatori economici e i professionisti interessati sono invitati per il lunedì 13 gennaio 2020 alle ore 15.30 presso la Sala Brigida-Rozzoli del Comune di Monopoli ad un incontro con i tecnici di Camera di Commercio per la presentazione del portale e successiva dimostrazione delle modalità di utilizzo.



Regolamento Codice Contratti: Architetti “no all’appalto integrato”

In CNAPPC,Comunicati Stampa,Professione il

“Rilanciare l’appalto integrato, sulla base di un progetto preliminare, significa mortificare la centralità del progetto”. Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori esprime il proprio dissenso sui contenuti della bozza di Regolamento attuativo del Codice dei contratti.
“La centralità del progetto costituisce un elemento fondamentale per la qualità delle opere pubbliche” – afferma il Presidente Giuseppe Cappochin. Siamo convinti che lo strumento migliore per rilanciarla e per promuoverla sia il concorso di progettazione a due gradi che oggi viaggia veloce sulle piattaforme informatiche, consentendo alle amministrazioni pubbliche di acquisire un progetto di fattibilità in tempi ridotti. Basti pensare al “Parco del Ponte”, il concorso internazionale di progettazione, bandito dal Comune di Genova dopo il crollo del Ponte Morandi, grazie al quale la stessa Amministrazione Comunale ha potuto acquisire un progetto di fattibilità per la rigenerazione del “quadrante Polcevera” in appena 130 giorni, individuando, inoltre, il professionista a cui affidare la progettazione esecutiva. Con le procedure ordinarie, 130 giorni non sarebbero bastati neanche per individuare il professionista a cui affidare la progettazione di fattibilità che avrebbe imposto ulteriori tempi, non offrendo alla stessa stazione appaltante la possibilità di scegliere la soluzione migliore a fronte di diverse proposte progettuali”.
Sulle lacune del nuovo regolamento Rino La Mendola, Vicepresidente del Consiglio Nazionale e Coordinatore del Dipartimento Lavori Pubblici, auspica che l’appalto integrato, sulla base di un progetto preliminare, sia stato rilanciato a causa di un refuso da eliminare nella stesura del testo definitivo, in quanto il regolamento non può stabilire procedure in contrasto con il Codice dei contratti che costituisce la norma di rango primario.
Per La Mendola “l’attuale bozza del regolamento costituisce un’occasione persa per aprire il mercato dei lavori pubblici agli operatori economici medio piccoli. Non recepisce i suggerimenti già precedentemente proposti dalle Professioni tecniche, confermando le limitazioni temporali per la valutazione dei requisiti speciali, già stabilite con le linee guida dell’ANAC che rischiano di riservare il mercato dei lavori pubblici a chi ha lavorato negli ultimi anni, escludendo i giovani e quei professionisti che, invece, non hanno avuto la fortuna di arricchire i loro curricula. “Gli architetti contestano infine il fatto che il regolamento non stabilisca l’obbligo di iscrizione all’Ordine dei dipendenti che svolgono funzioni di Responsabile Unico del Procedimento, progettista, direttore dei lavori e collaudatore, nella consapevolezza che chiunque svolga attività così importanti, nell’ambito dei lavori pubblici, debba rispettare le norme di deontologia professionale e debba essere costantemente aggiornato, a prescindere dal fatto di svolgerle nel ruolo di libero professionista o di pubblico dipendente”.
Il Consiglio Nazionale degli Architetti, unitamente alla Rete delle Professioni Tecniche presenterà un documento con gli emendamenti proposti al fine di superare le criticità rilevate nel testo del nuovo regolamento di attuazione del Codice dei contratti, che sostituirà le linee guida, già emanate dall’ANAC, dal 2016 ad oggi”.