Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari

Architettura&Scuola: oltre 3 mila studenti coinvolti dal Consiglio Nazionale degli Architetti e Fondazione Reggio Children

In CNAPPC,Comunicati Stampa,In evidenza il

Architettura e Scuola, un binomio sempre più imprescindibile: è infatti iniziata, in concomitanza con l’avvio dell’anno scolastico 2019/2020, la seconda edizione di “Abitare il Paese – La cultura della domanda – I bambini e i ragazzi per un progetto di futuro” realizzata dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e dalla Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi che coinvolge complessivamente oltre tremila studenti nelle due edizioni.

L’obiettivo del Progetto – lanciato nel corso dell’VIII Congresso Nazionale degli Architetti e realizzata insieme agli Ordini territoriali  – è quello di sperimentare un percorso di ricerca sulla città del futuro del quale siano autori bambini e ragazzi – insieme ad architetti/tutor, ed ai loro insegnanti – in quanto cittadini del presente e del futuro, fruitori e protagonisti di vissuti in città. Una città che riesce ad essere intelligente quando è in grado di valorizzare in modo nuovo, diverso e sostenibile le risorse ambientali, culturali e soprattutto umane che la compongono, quando trova modo di offrire diritti ed avvicinare gli ultimi ai primi, quando è progettata con e per i bambini, i ragazzi, i disabili e gli anziani.

Per Giuseppe Cappochin, Presidente del Consiglio Nazionale, “questo viaggio dell’architettura nella scuola italiana dimostra, se mai ce ne fosse ancora bisogno, quanto sia decisivo il ruolo che questa disciplina svolge nella vita di tutti noi. Tra pochi anni – nel 2050 – quasi il 70% della popolazione mondiale vivrà in città, in metropoli: la sfida, per il futuro, è quindi quella di realizzarle a misura d’uomo, adattabili ai sempre nuovi scenari, soprattutto in termini di crescita e di sviluppo compatibili con la tutela dell’ambiente. Ecco, dunque, l’esigenza di una architettura – come bene collettivo – che abbia come fine quello di migliorare la vita delle persone; ed ecco che, farla entrare nelle scuole significa generare una cultura della domanda di qualità, di modalità nuove nella progettazione, per scongiurare l’assuefarsi ad una edilizia mediocre che ancora oggi, troppe spesso, ferisce ed umilia le nostre città”.

 “Primi tra tutti i cittadini sono proprio i bambini e ragazzi – dichiara la Presidente della Fondazione Reggio Children , Carla Rinaldi -. Il bambino nasce cittadino del presente e del futuro. Come tale è un soggetto esperto per rispondere a domande quali: qual è il significato di una città? Come vi si può vivere? Come può essere il futuro di una città? Si tratta quindi delle occasioni di ascolto e confronto, a partire dalle scuole, che sono luoghi deputati per costruire e trasmettere cultura. Intervistarli non solo sul vissuto della città, ma per aiutarci a capire il senso della città delle relazioni”.

 “Abitare il Paese – La cultura della domanda – I bambini e i ragazzi per un progetto di futuro” si svilupperà, come nella prima edizione, durante tutto l’anno scolastico e nei singoli territori, attraverso incontri e tavoli di lavoro organizzati dagli architetti/tutor in collaborazione con gli insegnanti. Bambini e ragazzi   elaboreranno la loro visione di città utilizzando scatti fotografici, filmati, diari di viaggio, appunti, schizzi, mappe, installazioni e plastici realizzati con i materiali più diversi.

Questa seconda edizione del Progetto si caratterizza, dopo il successo della precedente, per un aumento delle adesioni, a partire dai territori coinvolti che da 33 della precedente edizione diventano 50; oltre 100 le classi  appartenenti a più di 70 istituti scolastici; 51 i nuovi tutor  – oltre ai 60 coinvolti nella prima edizione –  che hanno  appena partecipato al workshop di scambio e confronto per l’avvio delle nuove esperienze territoriali, organizzato e tenuto dalla Fondazione Reggio Children al Centro internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia.

(Ufficio stampa Consiglio Nazionale Architetti)


Aggiornamento professionale continuo

In Formazione,In evidenza,OAPPC Bari il

Si ricorda che entro il 31 dicembre 2019 è necessario ottemperare all’obbligo di aggiornamento professionale continuo, acquisendo i n. 60 crediti formativi professionali (cfp) previsti per il triennio formativo 2017/2019. Il totale deve essere composto da almeno n. 48 cfp ordinari e n. 12 cfp su tematiche delle discipline ordinistiche.

Si raccomanda di non attendere il termine ultimo per completare il proprio percorso formativo, al fine di non rischiare di incorrere in procedimenti disciplinari, già in corso per il primo triennio (2014/2016). A tal proposito, si suggerisce di consultare l’offerta gratuita presente, sia in modalità frontale che FAD, per gli iscritti all’Ordine degli Architetti P.P.C. di Bari.

Si fa presente che chi non è in regola con l’obbligatorietà formativa per il triennio precedente (2014/2016) dovrà comunque recuperare i relativi crediti mancanti, oltre a ottenere quelli del triennio in corso (2017/2019).

L’Ordine acquisirà le domande di esonero esclusivamente attraverso la Piattaforma iM@teria, nella quale è possibile anche autocertificare alcune attività nella sezione: “le mie certificazioni” a cui si accede dall’area riservata agli iscritti.

Si ricorda, infine, che tale documentazione va conservata per almeno 5 anni.


Corso di preparazione all’esame di stato

In In evidenza,OAPPC Bari il

Il Consiglio dell’Ordine APPC di Bari, nella seduta del 18 febbraio 2019 ha deliberato l’istituzione di un corso di preparazione all’esame di stato da svolgersi presso la sede dell’ordine in Bari, viale Japigia 184, 3° piano Tel 080 5533482.
Coloro che vorranno iscriversi al corso potranno farlo inviando la domanda al seguente indirizzo mail infobari@awn.it, con allegata la ricevuta del bonifico di € 100,00 intestato a: OAPPC BARI,
Iban: IT 71S05 4240 4010 0000 0106 5323, causale: CORSO PREPARAZIONE ESAMI STATO.
I candidati agli esami di Stato devono presentare la domanda di ammissione alla varie sessioni entro le date stabilite dall’ufficio esami di stato, presso la segreteria dell’università o istituto di istruzione universitaria presso cui intendono sostenere gli esami.
Coloro che hanno chiesto di partecipare alla prima sessione e che sono stati assenti alle prove possono sostenere l’esame alla seconda sessione presentando una nuova domanda.
Per motivi organizzativi potranno essere ammessi solo 90 corsisti, in ordine cronologico di iscrizione.
IL CALENDARIO VERRA’ FISSATO A SECONDA DELLE ESIGENZE ORGANIZZATIVE DELL’ORDINE.


Acustica in edilizia: soluzioni di fonoisolamento e fonoassorbimento

In CNAPPC,Formazione,In evidenza il

Gyproc e Isover Saint-Gobain organizzano per il 9 ottobre una formazione dedicata al tema “Acustica in edilizia: soluzioni di fonoisolamento e fonoassorbimento”.

Il corso si svolgerà ad Altamura (BA) ed è accreditato presso il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori. Per i soli Architetti rilascerà 4 CFP.

È già possibile effettuare le iscrizioni sul nostro sito al link  https://www.saint-gobain.it/academy-evento/2388



Tradizione e innovazione in architettura

In Formazione,In evidenza,OAPPC Bari il

Giovedì 19 settembre 2019, presso la Sala Convegni dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Bari, si terrà il seminario formativo sul tema “Tradizione e innovazione in architettura”, nell’ambito di ARCHITECTURE TOUR_Italia.

L’Iniziativa è promossa a Bari dall’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Bari in collaborazione con DDA srl, Ente formatore accreditato dal CNAPPC di Roma e con il Gruppo Editoriale Design Diffusion World (riviste OF ARCH, DHD, DDN e online DDN TV, www.designdiffusion.com), ed è a cura di Arianna Callocchia.

La partecipazione al seminario è gratuita con iscrizione obbligatoria cliccando su questo link https://forms.gle/zxp7yD3jcs39hRJb9

Invito

Programma

 

 


Rivista OsA – Numero 10

In In evidenza,OAPPC Bari il

Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari comunica l’apertura della selezione dei progetti del numero 10 della rivista OsA – Osservatorio sull’Architettura”, in uscita nel mese di dicembre 2019.

Il tema scelto per questo numero è “La residenza nel rapporto con il paesaggio – La cultura dell’abitare sostenibile” senza alcuna limitazione tipologica, con committenza pubblica, privata e religiosa.

Il Consiglio invita tutti gli iscritti ad inviare i propri progetti che abbiano attinenza con il tema in corso, purché ultimati entro il 31 agosto 2019.

Si specifica che sono ritenuti pertinenti solo gli interventi di nuova edificazione e/o di recupero edilizio con ampliamento volumetrico, anche se ultimati per singoli lotti funzionali.

L’iscritto, qualora interessato, deve compilare la scheda tipo con le informazioni generali del progetto e la liberatoria per l’autorizzazione alla pubblicazione allegati alla presente e disponibili sul sito internet www.ordarchbari.it alla sezione “rivista OSA”.

È richiesto tassativamente l’invio dei seguenti documenti:

  • testo descrittivo del progetto (max 1800 battute spazi inclusi);
  • pianta/e significativa/e nella scala di rappresentazione più appropriata in formato .pdf 300 dpi;
  • prospetti/sezioni nella scala di rappresentazione più appropriata in formato .pdf 300 dpi;
  • minimo n. 10 foto significative con risoluzione per la stampa tipografica in formato .jpg/.tiff min. 300 dpi, di cui n. 2 foto, ritenute dal progettista le più esplicative e significative, in verticale, per consentirne la pubblicazione a piena pagina, con didascalie (max 100 battute ciascuna spazi inclusi);
  • foto del progettista (nel caso di più progettisti, è preferibile una foto di gruppo) in formato .jpg/.tiff min. 300 dpi che verrà allegata alla scheda riassuntiva del progetto.

I progetti dovranno pervenire entro e non oltre il 30 settembre 2019 (prorogato dal 31 agosto 2019) esclusivamente attraverso servizi di cloud storage (vedi maximail, dropbox, wetransfer o simili) al seguente indirizzo di posta elettronica: rivista.osa.10@gmail.com, riportando nell’oggetto progetto Osa_10 2019seguito dal nome dell’autore.

Non verrà presa in considerazione la documentazione pervenuta in parziale o in totale difformità alle sopracitate disposizioni.

Si ricorda che la rivista è totalmente realizzata grazie al contributo di aziende sponsorizzatrici senza costi aggiuntivi per gli iscritti.

SCHEDA TECNICA


Contributo obbligatorio 2019

In Consiglio,In evidenza il

Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC di Bari ha deliberato che il contributo relativo all’anno 2019 dovrà essere versato entro il 1° luglio 2019 ESCLUSIVAMENTE a mezzo MAV, che ciascun iscritto riceverà sulla propria casella di Posta Elettronica Certificata, obbligatoria per tutti i professionisti iscritti all’Albo.

Coloro i quali risulteranno non in regola saranno segnalati al Consiglio di Disciplina, giusta previsione normativa art. 4.6 del Codice Deontologico che stabilisce che il mancato pagamento, anche di una sola annualità, costituisce illecito disciplinare.


Soggetti abilitati al rilascio dei certificati di sostenibilità ambientale

In Consiglio,In evidenza il

Pubblichiamo l’elenco dei soggetti abilitati al rilascio dei certificati di sostenibilità ambientale, Delibera di G.R. 14.12.2012 n. 2751 (BURP n. 10 del 18-01-2013), aggiornato al 28/01/2019.

Inoltre è possibile scaricare il modello di domanda di inserimento nell’elenco Regionale dei Soggetti abilitati alla certificazione di sostenibilità ambientale da presentare all’Ordine A.P.P.C. della Provincia di Bari allegando anche curriculum, copia di attestati corsi o master con programma sottoscritto dall’ente erogatore, autocertificazione attestante la conformità delle copie all’originale (vedi fac simile) e copia del documento di riconoscimento. Inoltre è necessario presentare la dichiarazione sostitutiva utilizzando uno dei due fac simile allegati in basso, in base al tipo di richiesta.