Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari

Logo e titolo rassegna di architettura

In Concorsi il

“Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Livorno con Delibera n. 24 del 16.10.2018 ha stabilito di procedere tramite bando aperto a tutti gli iscritti del territorio nazionale all’ideazione del logo e del titolo di una rassegna di architettura, che avrà luogo indicativamente tra marzo e maggio 2019 a Livorno. La finalità del bando è quella di ottenere un titolo che esprima in estrema sintesi il concept espresso in premessa e un logo ad esso legato, che può essere ingrandito e ridotto senza perdita di qualità grafica e di chiarezza ed efficacia comunicativa, e che dovrà poter essere riprodotto a colori ed in bianco e nero in diversi formati e su molteplici supporti. Il marchio/logotipo dovrà essere originale, esteticamente efficace, facilmente distinguibile, riproducibile in multicopia con macchine fotocopiatrici e adattabile a diverse dimensioni, superfici e materiali. Il progetto del logo dovrà garantirne la più ampia articolazione per l’utilizzo su diversi supporti e su tutti gli strumenti di comunicazione, sia cartacei che elettronici. Il marchio/logotipo dovrà riportare per esteso la dicitura del titolo della rassegna o elementi grafici che la rappresentino. Il concorrente può scegliere liberamente il metodo di rappresentazione di tale possibilità e proporre soluzioni adeguate.”


Per la costa sud di Bari, un concorso aperto a tutti

In Concorsi il

Il Comune di Bari promuove il concorso internazionale di idee “Bari Costasud” per la riqualificazione dell’area costiera e periferica sud-est della città. Il concorso, pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Bari e su concorrimi.it, è rivolto a tutti gli architetti e ingegneri di ogni età e curriculum.
Obiettivo del concorso è quello di “ridefinire un nuovo affaccio della città sul mare attraverso la realizzazione di un grande parco pubblico che tenga insieme le diverse nature dei luoghi, dalle presenze agricole agli spazi del litorale, e di assicurare un’adeguata dotazione di servizi per il tempo libero riqualificando il quartiere Japigia con la creazione di nuovi tessuti urbani caratterizzati da un alto livello di ‘urbanità’ (non solo case, ma servizi, negozi e attività varie), attentamente integrati con il parco e le sue funzioni”.
Oggetto del concorso è “un tratto di territorio spesso, con costa e retro costa, e con i quartieri all’interno dell’area di intervento.” Il parco apporterà benefici alla città limitrofa e il quartiere sarà riqualificato attraverso la relazione con esso, che servirà non solo l’abitato di Japigia ma l’intera città.
Per partecipare al concorso è sufficiente essere iscritto all’Ordine professionale. I requisiti per ricevere l’incarico della progettazione esecutiva ad esito di un’eventuale vittoria del concorso non devono essere posseduti all’atto della partecipazione. Di conseguenza, sarà possibile costituire sucessivamente il gruppo di professionisti incaricati.
Il concorso scade il prossimo 20 dicembre, la prima seduta della commissione giudicatrice si terrà il 19 gennaio del 2019. Al primo classificato andranno 25mila euro, al secondo 10mila euro, al terzo 8mila euro, al quarto, quinto e sesto 4mila euro.


Architetture sull’Adriatico

In Concorsi il

Giunge alla sua terza edizione il Premio Ad’A, Architetture dell’Adriatico, riconoscimento alle opere più significative realizzate nella Macroregione Adriatica. Questa volta l’area si estende dalla Puglia e Basilicata fino alle Marche, comprendendo Molise ed Abruzzo. Da quest’anno, inoltre, lo sguardo del Premio valica i confini puramente politici italiani per accogliere opere delle regioni che si affacciano sull’altra sponda dell’Adriatico, Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Albania, Grecia.
Il premio viene riconosciuto alle migliori opere, di qualsiasi natura esse siano, realizzate in un arco temporale definito che, per questa terza edizione, accoglie tutti i lavori completati negli anni che intercorrono dal 01.01.2000 al 30.09.2018 (ad esclusione di tutte le opere che sono state già inviate e valutate per le edizioni precedenti del premio).



VIII Congresso Nazionale Architetti PPC

In Concorsi il

Sono già più di 2500 le adesioni degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori d’Italia all’VIII Congresso Nazionale che si terrà a Roma dal 5 al 7 Luglio prossimo presso l’Auditorium Parco della Musica.
Questo primo risultato è stato raggiunto grazie al forte impegno, alla passione e alla grande partecipazione degli Ordini, delle Federazioni e delle Consulte territoriali, che hanno condiviso lo spirito  dell’iniziativa contribuendo attivamente alla più ampia diffusione tra i propri iscritti.
Un appuntamento, quello di luglio, nel corso del quale – a dieci anni dall’ultimo Congresso tenutosi a Palermo – il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori intende offrire un significativo contributo sul futuro dell’abitare, delle città e dei territori, proponendo un paradigma della qualità della vita urbana che sia a misura d’uomo.
Propedeutici all’VIII Congresso, una serie di incontri e di dibattiti sul territorio, organizzati dal Consiglio Nazionale in sinergia con gli Ordini territoriali, con le Federazioni e le Consulte regionali, nei quali sono coinvolti – a partire dalla tappa iniziale che si è tenuta a Bari lo scorso 2 febbraio – i cittadini, le associazioni, i rappresentanti delle istituzioni e delle autonomie locali, della politica, della cultura, dell’economia, della ricerca e la comunità degli architetti.
Dal Congresso Nazionale saranno lanciate una serie di proposte per realizzare una politica strategica per le città in modo che esse diventino sempre più un luogo desiderabile dove vivere, lavorare, incontrarsi, formarsi, conoscere e divertirsi: un luogo attrattivo, dunque, da tutti i punti di vista.

(Fonte: CNAPPC)


Made in Italy in Bosnia Erzegovina

In Concorsi il

Il Dipartimento Esteri del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, in collaborazione con gli uffici ICE/ITA di Zagabria e Sarajevo e con l’Ambasciata d’Italia in Bosnia Erzegovina, propone ai propri iscritti un evento di promozione professionale. Previsto a Sarajevo dal 25 al 27 maggio 2018, in concomitanza con lo svolgimento della manifestazione “Giorni dell’architettura a Sarajevo 2018”, l’evento è promosso dall’Associazione degli architetti della Bosnia Erzegovina.

Il programma prevede incontri tra studi di architettura italiani e potenziali partner bosniaci con l’obiettivo di mettere in contatto gli studi di architettura italiani con imprese, developer, investitori e colleghi operanti in Bosnia Erzegovina e promuovere il Made in Italy nel paese e rafforzare il dialogo bilaterale istituzionale.
In particolare, questa call esplorativa si propone di raccogliere le richieste di partecipazione agli incontri per consentire ai partecipanti di organizzarsi e all’ICE/ITA di verificare le opportunità offerte dal mercato bosniaco.

La partecipazione è subordinata all’accettazione del servizio di assistenza a pagamento offerto dall’ICE/ITA. Va trasmessa una lettera non impegnativa di manifestazione d’interesse alla quale va allegata una sintetica presentazione dello studio in inglese, con le principali realizzazioni e l’illustrazione dei settori di eccellenza dello studio.
(Fonte:CNAPPC)


Nuove norme tecniche sulle costruzioni

In Concorsi il

Il 22 marzo sono entrate in vigore le nuove norme tecniche sulle costruzioni, varate dal MIT con il DM 17/01/2018 (MIT), pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n°42 del 20/02/2018 (Supplemento Ordinario n°8), che sostituiscono le vecchie norme di cui al DM 14/01/2008.
Il testo delle nuova normativa, redatto in seno al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici con il contributo del Consiglio Nazionale degli Architetti P.P.C., introduce molte novità nell’ambito degli interventi sugli edifici esistenti.
Per fare un esempio, le norme tecniche del 2008, per gli interventi di miglioramento sismico, non imponevano il raggiungimento di standard particolari, poiché bastava dimostrare che, con l’intervento, si migliorava la risposta strutturale della costruzione nei confronti di un sisma, anche in misura modesta; con le nuove norme tecniche, gli interventi di miglioramento sismico che riguardino costruzioni sensibili, come le scuole, dovranno essere finalizzati al raggiungimento di una percentuale non inferiore al 60% delle prestazioni strutturali attese per le nuove costruzioni. Gli interventi su costruzioni esistenti di II e III classe, invece, dovranno raggiungere un miglioramento non inferiore al 10%.
Per quanto riguarda gli interventi di adeguamento sismico è ovviamente prescritto il raggiungimento del 100% delle prestazioni attese per una nuova costruzione, tranne che per gli interventi da eseguire a seguito di un cambiamento di destinazione d’uso, per i quali la percentuale scende all’80%.
Molta attenzione viene riservata all’affidabilità dei materiali e alla manutenzione programmata della struttura durante la sua vita presunta.
L’art. 2 del DM 17/01/2018 disciplina il periodo transitorio, stabilendo che, per le opere di committenza privata (comma 2), le cui opere strutturali sono in corso di esecuzione, o per le quali sia già stato presentato il progetto agli Uffici competenti prima dell’entrata in vigore delle NTC 2018 (cioè prima del 22 marzo 2018), si possono continuare ad applicare le previgenti Norme Tecniche per le costruzioni, fino all’ultimazione dei lavori e al collaudo statico degli stessi. Per effetto del comma 1 del sopra citato art. 2, le previgenti norme tecniche continueranno ad applicarsi anche nei lavori pubblici in corso di esecuzione o che siano stati semplicemente affidati o per i quali siano stati già affidati i relativi progetti definitivi o esecutivi, prima della suddetta data di entrata in vigore delle nuove norme tecniche per le costruzioni.

(Fonte: CNAPPC)


Rinnovo elenco CNAPPC

In Concorsi il

Il Consiglio Nazionale degli Architetti P.P.C. intende rinnovare il proprio elenco a cui attingere per segnalare, ai soggetti banditori che ne facciamo richiesta, componenti di commissioni giudicatrici nei concorsi di progettazione e di idee. A tal fine si invitano tutti gli interessati a presentare la propria adesione, utilizzando esclusivamente il modello di istanza/curriculum allegato alla presente. Si precisa che le domande inviate con altre modalità non saranno prese in considerazione. L’invio deve essere effettuato all’indirizzo di posta elettronica: giurie.cnappc@awn.it, entro il prossimo 9 marzo 2018. Successivamente si procederà ad un aggiornamento periodico di cui sarà data tempestiva notizia.


Conferenza Nazionale degli Ordini

In Concorsi il

Con riferimento alla Circolare n. 11 inviata il giorno 08.02.2018, il Consiglio Nazionale degli Architetti P.P.C. comunica che, in occasione della “Conferenza Nazionale degli Ordini”, vista l’importanza degli argomenti trattati relativi alla presentazione dell’VIII Congresso Nazionale degli Architetti PPC, per la sola mattinata del 23 Febbraio 2018, dalle ore 9.30 alle ore 13.30, sarà possibile seguire l’evento anche in diretta on line, a mezzo webinar. La partecipazione all’evento è aperta a tutti gli iscritti e non darà diritto al rilascio di crediti formativi professionali,
Gli Iscritti interessati a seguire l’evento dovranno obbligatoriamente prenotare il proprio posto attraverso la piattaforma iM@teria entro e non oltre il 22 Febbraio p.v. (autenticandosi attraverso l’Accesso Centralizzato ai Servizi), cercando il codice o il titolo dell’evento: CNA019022018112407T03CFP00000.
L’Iscritto, una volta effettuata la suddetta prenotazione, dovrà seguire le istruzioni che appariranno nella propria “area riservata”, la quale, si ricorda, sarà visibile solo dopo che la prenotazione del posto in iM@teria sarà andata a buon fine; senza il  completamento della procedura presente in “area riservata” non sarà possibile seguire l’evento on-line

Tentativi di frode

In Concorsi il

Il Consiglio Nazionale degli Architetti P.P.C. segnala che pervengono, sulle caselle di posta “awn”, da parte di presunti utenti, staff o redazione archiworld, richieste di inserimento di dati sensibili o di credenziali di accesso della propria casella. Pertanto, si consiglia di prestare molta attenzione in quanto si tratta di tentativi di frode da parte di male intenzionati. Le eventuali operazioni (come il censimento posta awn e la richiesta cambio password) che il CNAPPC ritiene necessario effettuare, infatti, avvengono sempre su pagine web ufficiali e sono ampiamente preannunciate.